Italia corsara in Finlandia. Immobile ritrova il gol in azzurro dopo due anni

Grande vittoria (la settima di fila) dell’Italia di Mancini. Gli azzurri espugnano lo Stadio di Tampere con il rigore di Jorginho e mandano ko la Finlandia per 2 a 1, vedendo ormai ad un passo la qualificazione a Euro 2020. Felicità per Ciro Immobile che torna al gol con la maglia azzurra dopo 2 anni di astinenza.

Azzurri in forcing, ma Hradecky è decisivo

Dopo una partenza non esaltante, l’Italia prende in mano le redini del gioco e costruisce diverse occasioni per passare in vantaggio. Al 27′ ci prova Sensi con una grande conclusione in girata, ma Hradecky è fantastico nella respinta in angolo, con una smanacciata meravigliosa.

Il portiere finlandese, grande protagonista per la Finlandia nella prima parte di gara, è decisivo anche su Barella e Chiesa. In altre circostanze, invece, come nell’occasione del colpo di testa di Immobile o dell’iniziativa, ancora, di Sensi, è la mancanza di precisione a salvare la nazionale di Kanerva. Al riposo, quindi, è 0 a 0, con Donnarumma spettatore del match.

Immobile torna al gol, Jorginho firma la vittoria dal dischetto

L’Italia crede nella vittoria e al 59′ sblocca il match. Merito dell’accelerazione di Chiesa che arriva dul fondo e crossa teso per Immobile, bravo a farsi trovare pronto nel cuore dell’area. Colpo di testa del centravanti della Lazio e palla in fondo al sacco. 1 a 0 Italia.

Grande gioia per il laziale, che ritrova il gol in azzurro dopo ben 733 giorni di caccia spietata. Felicità per l’Italia, che meritatamente si ritrova avanti nel punteggio. Ma la Finlandia non ci sta e reagisce ben presto, affidandosi al solito Pukki e alla colpevole difesa azzurra.

Al 72′, infatti, Sensi ingenuamente stende l’attaccante del Norwich in area. E’ calcio di rigore, trasformato dallo stesso bomber finlandese (al suo 20^ centro con la maglia della Finlandia, il 5 in sei gare di qualificazione a Euro 2020).

La Nazionale di Mancini, però, non si fa abbattere e si riporta definitivamente avanti. Arriva sempre dal dischetto l’acuto vincente degli azzurri. Tocco di braccio di Vaisanen – molto aderente al corpo – su tiro di Barella e penalty per gli azzurri. Jorginho non fallisce, regalando il successo agli azzurri. Qualificazione vicina, appuntamento al 12 Ottobre con Italia-Grecia.

Please follow and like us:
error

Speak Your Mind

*