Italia-Arabia Saudita, le ultime sulla prima uscita del Mancio

Balotelli si riprende l'Italia

Balotelli titolare 4 anni dopo con la maglia dell’Italia del neotecnico Roberto Mancini

Poche ore e, con la prima uscita dell’Italia di Roberto Mancini, inizierà ufficialmente il dopo Ventura. Nel piccolo stadio di San Gallo, in Svizzera, gli azzurri, capitanati da Leonardo Bonucci, sfideranno in amichevole l’Arabia Saudita che sarà tra le protagoniste al Mondiale di Russia, al contrario della nazionale nostrana, eliminata, nello spareggio, dalla Svezia al termine di una notte amarissima per tutti i tifosi italiani.

Balotelli titolare 4 anni dopo. Nessuno juventino tra i titolari?

Era alla fine della sua avventura con il Milan, condita da 33 reti in 77 apparizioni, e si preparava alla nuova (deludente) esperienza, in Premier, con la maglia del Liverpool. Quasi 4 anni dopo, dopo aver incantato la platea francese nelle due stagioni trascorse a Nizza e caratterizzate da ben 43 gol in 66 gare ufficiali, eccolo nuovamente protagonista con la maglia azzurra numero 9 nella nuova gestione targata Roberto Mancini.

Parliamo, naturalmente, di Mario Balotelli (anzi Super Mario, sperando di poterlo tornare a definire così’ anche con la casacca dell’Italia, ndr) che sarà protagonista, questa sera, sulle rive del lago di Costanza, contro l’Arabia Saudita, nell’amichevole che regalerà il debutto azzurro al Mancio.

Non abbiamo ancora la formazione ufficiale ma, al di là del modulo che sarà utilizzato dal tecnico marchigiano (4-3-3 o 4-2-3-1, più probabile il primo, ndr) si va verso un’Italia senza sfumature bianconere. Infatti né De Sciglio e né Rugani saranno protagonisti nello schieramento titolare che avrà, come capitano, un ex Juve, Leonardo Bonucci, ora comandante della difesa rossonera.

Nonostante le ultime esibizioni non all’altezza delle precedenti sarà Donnarumma il portiere titolare (dopo l’addio di Buffon), con Zappacosta e Criscito (altra novità tra i convocati azzurri) che agiranno sulle corsie, e la coppia BonucciRomagnoli in zona centrale.

Spazio dall’inizio a due oggetti del desiderio di molti club, primo fra tutti quello bianconero, ovvero Pellegrini e Cristante, con Jorginho in cabina di regia. In avanti, oltre al già citato Balotelli, ci saranno Lorenzo Insigne (l’ultimo a realizzare una rete nelle 4 ultime agonizzanti partite dell’Italia di Ventura) e Politano, quest’ultimo reduce da una stagione super con la maglia del Sassuolo e pronto all’esordio con la maglia azzurra.

Dopo il test amichevole con l’Arabia Saudita, allenata dall’argentino Juan Antonio Pizzi (che ha lasciato il Cile dopo una Coppa America vinta nel 2016 e la mancata qualificazione al Mondiale, ndr), spazio ad un altro prestigioso appuntamento contro la Francia (a Nizza il 1° giugno), e contro l’Olanda (4 giugno all’Allianz Stadium) in quest’estate che, purtroppo, sarà senza Mondiale.

 

LE PROBABILI FORMAZIONI:
ITALIA (4-3-3): G. Donnarumma; Zappacosta, Bonucci, Romagnoli, Criscito; Jorginho, Pellegrini; Cristante, Politano, Insigne; Balotelli. All. Mancini.
ARABIA SAUDITA (4-2-3-1): Al-Mosallem; Al-Shahrani, Om. Hawsawi, Os. Hawsawi, Al-Harbi; Al-Faraj, Al-Khaibri; Al-Sehiri, Al-Jassim, Al-Dawsari; Al-Sahlawi. All. Pizzi.

Speak Your Mind

*