Inter: Leonardo parte bene. Thiago Motta show contro il Napoli

Ottima partenza per il brasiliano Leonardo, successore di Benitez, esonerato dal presidente Moratti dopo cinque mesi di attività in nerazzurro. L’ex allenatore del Milan, alla prima panchina con i campioni d’Europa e del mondo dell’Inter, brinda ad un importante e meritato successo contro il Napoli, travolto con il risultato di 3 a 1 (stesso punteggio dello scorso anno) nel posticipo di Serie A. La befana è invece amara per il Napoli, stoppato bruscamente e malamente nel tempio di San Siro dopo un periodo di grandi soddisfazioni.
Con questo risultato, gli azzurri di Mazzarri restano bloccati al terzo posto, a 33 punti, e sentono il fiato sul collo della Roma, distante un solo punticino, mentre l’Inter, che deve recuperare due gare (saltate a causa della partecipazione al Mondiale per Club), raggiungono l’Udinese a quota 26 e si ripropongono nelle zone alte della classifica.
Qualche importante recupero (Stankovic, Cambiasso, Motta e Maicon su tutti) e una forma decisamente migliore rispetto al recente passato hanno contribuito fortemente all’ottima vittoria dell’undici milanese sulla compagine partenopea. La squadra di Walter Mazzarri è apparsa invece in difficoltà, fin dall’inizio, contro lo strapotere fisico e tecnico degli uomini di Leonardo (abbracciato dai calciatori, sembra già entrato nel cuore del gruppo interista) scesi in campo con cucito sul petto lo stemma (eredità dello spagnolo Benitez) di campioni del mondo, titolo conquistato in finale con il Mazembe il 18 dicembre scorso. Grande protagonista il brasiliano Thiago Motta, autore di due splendide reti, e migliore in campo nelle file dei nerazzurri. La generosità del Pocho Lavezzi non è bastatata, questa volta, nel Napoli; in ombra il “matadorCavani.
Passando alla gara, prima occasione e Inter in vantaggio. Una splendida combinazione fuori area viene coronata dalla stoccata perfetta di Thiago Motta che trafigge inesorabilmente il numero uno azzurro De Sanctis. Siamo al 3’ e il Napoli si trova già a dover rincorrere.
Ma la rincorsa dura pochi minuti. Infatti il pari arriva quasi subito.  Sull’angolo calciato da Lavezzi, Pazienza prende il tempo a tutti e insacca, siglando con grande abilità l’1 a 1. Nulla da fare per Castellazzi, chiamato a sostituire tra i pali l’infortunato Julio Cesar.
Trovato quasi subito il pari, il Napoli aumenta i giri e mette in crisi la difesa nerazzurra. L’occasione più importante, in questo periodo favorevole al team partenopeo, capita sui piedi di Maggio, ma l’esterno azzurro manda a lato il pallone del sorpasso, sprecando una ghotta opportunità a pochi passi da Castellazzi.
Inesorabile, la “legge del calcio” punisce la formazione di Walter Mazzarri e, sul successivo ribaltamento di fronte, Dossena, lascia crossare liberamente Maicon che pesca in area l’incornata vincente di Cambiasso. Il “terzo tempo” dell’argentino, che anticipa nettamente Cannavaro, brucia ancora una volta De Sanctis, costretto ad inchinarsi per la seconda volta.
Il sorpasso tramortisce la squadra napoletana, punita ad inizio ripresa dal tris nerazzurro. Dieci minuti dopo il fischio di Rocchi, di ripresa del match dopo l’intervallo, Thiago Motta spedisce la sfera all’incrocio dei pali grazie ad un imperioso stacco di testa. Ancora lui in gol, una vera e propria bestia nera per il Napoli.
Ci si aspetta la reazione ospite, ma questa volta non arriva. Il centrocampo è impreciso, Lavezzi predica nel deserto e Cavani dimostra di non essere in sertaa di grazia. Inevitabile, dunque, la sconfitta. L’Inter amministra la gara senza problemi e conquista con merito i tre punti. Il Napoli cade ma alle porte c’è la Juventus e una sfida che può rimettere subito in carreggiata il cammino degli azzurri.

IL TABELLINO DEL POSTICIPO DI SERIE A:
INTER (4-2-3-1):
Julio Cesar; Maicon, Cordoba, Lucio, Zanetti; Cambiasso, Thiago Motta, Chivu, Stankovic, Pandev; Milito.A disp.: Orlandoni, Muntari, Ranocchia, Mariga, Materzzai, Santon, Biabiany. All.: Leonardo
NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica (21′st Zuniga); Maggio, Gargano (13′st Yebda), Pazienza (31′st Sosa), Dossena; Hamsik, Lavezzi; Cavani. A disp.: Iezzo, Grava, Dumitru, Cribari. All.: Mazzarri
ARBITRO: Rocchi di Firenze.
MARCATORI: 3′ e 55′ Thiago Motta (I), 25′ Pazienza (N), 37′ Cambiasso (I).

Speak Your Mind

*