Inter e Napoli, Champions in ballo nella serata

Serata di verdetti in Champions League, con Inter e Napoli a caccia della qualificazione agli ottavi. Nerazzurri obbligati a vincere contro il Psv già eliminato, a San Siro, ma a sperare anche che il Tottenham non vinca in casa del Barcellona (già matematicamente primo). In questo caso saranno gli Spurs (terzi come l’Inter ma avanti per la differenza reti negli scontri diretti) a festeggiare la qualificazione. Match da brividi per il Napoli che dovrà resistere all’urto di Anfield contro il Liverpool:in caso di probabile successo del Psg a casa della Stella Rossa, gli azzurri dovranno uscire indenni oppure perdere, con il minimo scarto, ma segnando almeno un gol.

Nainggolan e Vecino out, Asamoah in mediana?

Ritrovare gli ottavi di Champions e tornare tra le migliori 16 dopo 6 anni di assenza. L’Inter di Spalletti vuole la qualificazione e si prepara a scendere in campo, a San Siro, contro il Psv, ultimo e già eliminato da qualsiasi discorso. Serve una vittoria, ma potrebbe non bastare poichè, come detto, in caso di successo al Camp Nou (Barcellona annunciato con mezza squadra fuori, ndr), del Tottenham, saranno i londinesi a brindare, grazie al gol di Eriksen che regala il vantaggio negli scontri diretti.

Senza Nainggolan, dal primo minuto almeno, e con Vecino ancora fuori dai giochi, e con Joao Mario e Gagliardini assenti (fuori dalla lista Uefa per i noti problemi di fair play finanziario) Spalletti sembra propenso a riproporre Asamoah in mediana, con Borja Valero sulla trequarti. Vrsaljko andrebbe a ricoprire il ruolo di laterale di destra, con D’Ambrosio dirottato sulla sinistra.

L’altra idea è quella di lanciare Candreva sulla trequarti, con Politano e Perisic. In quel caso Borja Valero scalerebbe  a centrocampo e Asamoah tornerebbe in difesa, a protezione della porta difesa da Handanovic

Ancelotti conferma il duo Insigne-Mertens, Milik in panchina

Si preannuncia scoppiettante la sfida di Anfield tra Liverpool e Napoli. Data per scontata la vittoria del Psg a Belgrado, che sorpasserebbe così il Napoli in classifica (attualmente gli azzurri sono primi nel Girone ma con un solo punto di vantaggio sui francesi, ndr), si rende necessario per la squadra di Ancelotti di uscire da Liverpool con un risultato positivo. O, comunque, di perdere con un risultato minimo e segnando un gol (questa l’opzione indolore).

Non sarà semplice per la squadra partenopea contro un Salah in grande spolvero e reduce da una fantastica tripletta in Premier League, ma Ancelotti è garanzia di esperienza e saprà come preparare i suoi a questa “battaglia”. Confermando, innanzitutto Maksimovic
a destra in una difesa completata da AlbiolKoulibaly e Mario Rui.

A centrocampo, poi, spazio a CallejonAllanHamsik e Fabian Ruiz. In attacco, infine, Ancelotti sembra orientato a confermare la coppia gol formata da Insigne e Mertens, con Milik pronto a subentrare a gara in corso.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI INTER-PSV:

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Vrsaljko, Skriniar, De Vrij, D’Ambrosio; Brozovic, Asamoah; Politano, Borja Valero, Perisic; Icardi (c).

PSV (4-3-3): Zoet; Dumfries, Schwaab, Viergever, Angelino; Hendrix, Pereiro, Rosario; Lozano, De Jong (c), Bergwijn.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI LIVERPOOL-NAPOLI:

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Matip, Van Dijk, Robertson; Milner, Henderson, Keita; Salah, Firmino, Mané. All. Klopp.

NAPOLI (4-4-2): Ospina; Maksimovic, Raul Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Fabiàn Ruiz; Mertens, Insigne. All. Ancelotti.



Speak Your Mind

*