Inter e Lazio rispondono alla Roma, Udinese ko contro il Crotone

Icardi e l'Inter continuano la corsa Champions

Icardi a segno nel 2 a 1 vittorioso dell’Inter a Verona contro il Chievo

Lazio e Inter rispondono alla Roma e continuano la corsa Champions in Serie A. I biancocelesti domano la Samp, all’Olimpico, con uno scintillante 4 a 0 e la doppietta del super bomber, Ciro Immobile, e agganciano nuovamente la Roma a 67 punti, al terzo posto. I nerazzurri, invece, soffrono nel finale, ma con il 2 a 1 inflitto al Chievo, espugnano il Bentegodi e s portano a -1 dalle romane. In coda vittoria fondamentale per il Crotone che va sotto a Udine, ma ribalta e chiude 2 a 1.

Poker Lazio, attacco atomico nel segno di Immobile

Dopo uno spavento iniziale (occasione per Barreto, salva Strakosha), la Lazio si scatena e manda al tappeto la Samp di Giampaolo conquistando la 20^ vittoria stagionale in Serie A. Al 32′ i ragazzi di Inzaghi passano a condurre il match: cross di Radu per MilinkovicSavic che si libera di Strinic e batte Viviano di testa, in tuffo, per l’1 a 0.

Ancora disastroso Strinic nell’occasione del raddoppio biancoceleste. L’ex Napoli si perde De Vrij che, in chiusura di frazione, sul corner di Felipe Anderson, riesce a realizzare di testa il punto del 2 a 0. Punita ancora la compagine blucerchiata, al riposo sotto di due reti.

Nella ripresa parte meglio il Doria, deciso a riaprire il match. Ci prova Zapata (prima dell’uscita dal campo per infortunio, al suo posto Quagliarella, anche lui non in perfetta forma fisica, ndr), ma trova sulla strada un super Strakosha, poi si scatena Immobile ed è notta fonda per la Sampdoria.

Il centravanti campano della Lazio mette a segno una doppietta, si porta a 29 totali in Serie A (+3 su Icardi, a segno a Verona, ndr) e continua la sua sfida a distanza con Salah e Messi per la scarpa d’oro. Ma soprattutto la Lazio prosegue la corsa Champions, con 83 gol fatti (attacco migliore del campionato), 117 in totale comprese le altre competizioni.

Inter corsara. Icardi-Perisic, poi Stepinski e qualche brivido finale

Missione compiuta. L’Inter di Spalletti espugna il Bentegodi, manda ko il Chievo, nonostante qualche sofferenza finale, e si porta a ridosso delle romane, a 66 punti, sempre al quinto posto in classifica. Grande Handanovic nella prima parte di match, con le sue parate, fortunati anche i nerazzurri nell’occasione del legno colpito da Pucciarelli sullo 0 a 0.

L’Inter soffre nel primo tempo ma esce alla grande nei secondi 45 minuti e passa in vantaggio. Assist di D’Ambrosio per Icardi che mette dentro, da pochi passi, il suo 26° centro stagionale nel massimo campionato. Ci vuole il VAR per convalidare la rete che spiana la strada alla vittoria dell’Inter. Vittoria, poi, legittimata con il 2 a 0 di Perisic.

Grande ripartenza interista, assist di Rafinha e gol del croato per il 2 a0 interista. Gara finita? Neanche per sogno, perchè il Chievo torna dentro al match con la firma di Stepinski, bravissimo nel diagonale che batte Handanovic. Minuti finali vibranti, ma l’Inter esce vittoriosa e continua la corsa Champions.

Speak Your Mind

*