Inter di scena alla Sardegna Arena. Le formazioni del match

Cagliari-Inter apre la 26^ giornata di Serie A. Ancora senza Icardi, i nerazzurri cercano il successo in casa del Cagliari, per dimenticare la beffa di Firenze e respingere gli assalti delle altre pretendenti ai posti Champions. Arbitro del match il livornese Banti.

Maran ritrova Joao Pedro, Asamoah in campo nell’Inter

Stasera, alla “Sardegna Arena“, sarà Cagliari-Inter la sfida tutta da vivere stasera, con i nerazzurri vanno a caccia di un successo per allontanare un Milan davvero minaccioso all’orizzonte (rossoneri a -2 e attesi dalla sfida interna con il Sassuolo di domenica pomeriggio), nonchè la Roma e altre avversarie in ottica Champions.

Ancora senza Icardi, alle cui dichiarazioni Spalletti ha risposto duramente (“Icardi? Parlo solo di chi ha a cuore l’Inter“, ndr), sarà Lautaro la punta di riferimento, con Perisic, Nainggolan e Politano a supporto, nel 4-2-3-1 classico. L’unica novità, in una formazione che non si discosterà di molto da quella di Firenze, dovrebbe essere l’impiego di Asamoah sulla sinistra al posto di Dalbert.

Maran ritrova Joao Pedro. Il brasiliano torna, dunque, protagonista nello scacchiere della squadra sarda, chiamata a far punti, in ottica salvezza. Da decidere, però se sarà seconda punta, al fianco di Pavoletti, oppure retrocederà nella posizione di trequartista. In questo caso, in attacco, ci sarebbe una chance importante per il giovane bulgaro Despodov, con Thereau out per infortunio.

Per il resto, poche novità di formazione con la linea difensiva a 4, a protezione di Cragno e un reparto mediano composto da Faragò, Cigarini e Ionita. Barella svolgerà le funzioni ditrequartista in caso dell’impiego di Joao Pedro in avanti, altrimenti l’azzurro si sposterà a centrocampo, con uno dei tre sopracitati che inizierà in panchina.

Le probabili formazioni:

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Padoin, Pisacane, Ceppitelli, Pellegrini; Faragò, Bradaric, Barella; Ionita; Joao Pedro, Pavoletti. Allenatore Maran.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Brozovic, Vecino; Politano, Nainggolan, Perisic; Lautaro Martinez. Allenatore Spalletti.


Speak Your Mind

*