Il Lione travolge l’Ajaccio e vola in finale di Coppa di Francia. Oggi Quevilly-Rennes

Lisandro Lopez, attaccante del LioneSi chiude alle semifinali di Coppa di Francia il sogno dell’Ajaccio, travolto con un perentorio 4 a 0 dal Lione. Lacazette, Lopez, Grenier e Gomis sono le firme prestigiose del sontuoso poker rifilato, ai corsi, dall’undici di Garde che volano così all’atto conclusivo del trofeo nazionale. La seconda finalista uscirà dal match tra Rennes e Quevilly (squadra di terza divisione), in programma oggi.
Per i padroni di casa svanisce l’opportunità di eguagliare il Calais che era stata l’unica squadra di un campionato amatoriale (l’Ajaccio milita nella Lega National) ad aver raggiunto una finale di Coppa di Francia. Bel risultato, invece, per il Lione che, dopo aver fatto fuori il Psg di Ancelotti, conquista la seconda finale della stagione (è già finalista della Coppa di Lega sabato prossimo allo Stade de France contro il Marsiglia).
Semifinale infuocata nel primo tempo. Il Lione colpisce due legni (al 12‘ Briand colpisce la traversa con una conclusione a giro mancina, poi è la volta di Kallstrom su calcio piazzato), un palo anche per l’Ajaccio, con Colloredo, tutto questo prima che il nervosismo prenda il sopravvento. Dapprima si scatena una rissa a causa di un fallaccio di Kone poi, al 39’, un’entrata da censura di Colinet sul talentuoso Lacazette costa il rosso al numero 6 dell’Ajaccio che resta dunque in dieci. Il primo tempo si chiude con le squadre in parità, nel punteggio, ma non negli effettivi in campo. Padroni di casa, infatti, costretti a giocare la ripresa in dieci uomini.
E l’uomo in meno costerà caro alla squadra corsa che, dopo aver pareggiato il conto dei pali, con Verdier al 48’, subisce l’assalto deciso e vincente del Lione. Minuto 59‘: Lisando Lopez appoggia per Lacazette che apre per Briand, gran tiro sul quale Rastello si supera ma la palla finisce a Lacazette che la deposita in rete.
Il gol subito “ammazza” l’Ajaccio, travolto nei minuti successivi dalla squadra di Remi Garde. Il raddoppio del Lione arriva intorno al 74’ quando Reveillere sfonda sulla destra, entra in area ed appoggia per un indisturbato Lisandro Lopez che stoppa e deposita in rete. Nel Lione entra Grenier per Lisandro Lopez e il neoentrato arrotonda il risultato con un pallonetto che supera Rastello uscito malamente dai pali. C’è tempo anche per il quarto goal di Gomis, che poi esulta polemicamente verso il pubblico che lo aveva subissato di fischi nella prima parte di gara. Lione in finale di Coppa di Francia, game over Ajaccio.

Speak Your Mind

*