Il Barca riparte da Messi e dal baby-fenomeno Munir. Prima da titolare e gol per il ’95

munir el haddadi baby fenomeno del BarcaParte con il sorriso la stagione nella Liga del Barcellona di Luis Enrique. 3 a 0 all’Elche, al Camp Nou, e pratica in archivio. Ma oltre a Lionel Messi, che risponde presente, dopo le vacanze, con una doppietta fantastica, a rubare la scena è il baby-fenomeno di origine marocchine Munir el Haddadi, classe ’95, che alla prima da titolare, firma il secondo gol in mezzo alla doppietta realizzata dalla pulce argentina.
Buona, dunque, la prima del Barca che non soffre neanche l’espulsione di Mascherano e liquida agevolmente il malcapitato Elche. Aggressività e solito possesso palla prolungato, questo il marchio di fabbrica dei catalani, nonostante l’addio di Guardiola e l’arrivo dell’ex Roma, Luis Enrique.
Tanti assenti di prestigio per il debutto stagionale al Camp Nou, ma arrivano ottimi segnali dai vari Mathieu e Rakitic già integrati con i compagni. Su tutti, però, il solito Messi, che sblocca il risultato al 42’ con un preciso diagonale di sinistro sul quale nulla può l’estremo difensore dell’Elche.
Nella ripresa tutti in piedi per il guizzo del “canterano” Munir, lesto a superare Tyton con un delizioso tocco di esterno dopo un assist di Rakitic. Infine, di nuovo Messi, che al 15′ decide di far fuori tre avversari e piazzare la palla sotto la traversa. Applausi per il genio argentino, standing ovation all’uscita dal campo per il giovane Munir che con una traversa e un bellissimo gol all’esordio in prima squadra è già nel cuore dei tifosi.

Speak Your Mind

*