Higuain punisce la Dea a Bergamo, Buffon ipnotizza il Papu Gomez

Higuain castiga l'Atalanta, Juve corsara

Higuain festeggia il col vittoria contro l’Atalanta in semifinale di Coppa Italia

Un guizzo di Higuain, dopo 3 giri d’orologio, e la Juventus fa suo il primo round delle semifinali di Coppa Italia. Atalanta castigata, davanti ai propri tifosi, dal bomber argentino e dal terzo errore di fila, dal dischetto, del “PapuGomez, ipnotizzato dal rientrante Buffon che nel finale poi salva ancora evitando il pari bergamasco.
Due minuti per mettere in difficoltà la difesa atalanta, impegnando Berisha e un altro ancora per punirla definitivamente. Gonzalo Higuain, dopo aver ritrovato contro il Chievo il “goal perduto”, ribadisce il concetto anche in terra bergamasca, regalando ai suoi il successo nell’andata delle semifinali della Coppa nazionale.
L’argentino “si beve” Masiello e compagni, come birilli, nella nebbia calata sull’Atleti Azzurri d’Italia, dopo aver recuperato palla sulla trequarti (in seguito al contrasto Khedirade Roon), e poi trafigge Berisha spedendo la palla all’angolino alla sua sinistra.
Juve in controllo ma che, ogni tanto, paga qualche amnesia difensiva, lasciando speranze alla squadra di Gasperini, mai doma. Al 18′ la sovrapposizione lungo la destra consente a Toloi di pescare in area Cornelius, murato però dall’intervento di Pjanic. Poco dopo, però, chance colossale per l’Atalanta. Benatia controlla di braccio la palla in mezzo di De Roon dai trenta metri, il Var dice rigore ma Buffon è decisivo nella respinta, in due tempi, sull’esecuzione del Papu Gomez. Rientro in grande stile per il neoquarantenne con tanta voglia di prolungamento del contratto.
Nella ripresa Gasperini manda in campo Ilicic, proponendolo come falso nueve al posto dello spento Cornelius. Ma le occasioni, dalle parti di Buffon, latitano, nonostante la grande intensità dell’attacco nerazzurro. E’ anzi la Juventus a rendersi pericolosa con Mandzukic che non trova il bersaglio grosso di poco.
Il forcing finale regala però l’occasione del pari ai bergamaschi. A due dal novantesimo l’ultima fiammata: il talentino 19enne Musa Barrow, inserito da Gasperini nella parte finale del match, pesca in area Hateboer che prova la conclusione ma viene murato da un super Buffon, poi Alex Sandro respinge il tap-in di Freuler chiudendo definitivamente in un cassetto le speranze di pareggio dell’Atalanta.

Speak Your Mind

*