Germania e Brasile in campo. Stasera ostacolo Serbia per Neymar e compagni

Germania a caccia della qualificazione contro la Corea

Germania in campo contro la Corea. Serve una vittoria per gli ottavi

Giornata decisiva, alle 16, per il Gruppo F, con la Germania che, ritrovato slancio grazie al (sofferto) successo con la Svezia, cerca il pass per gli ottavi contro la Corea già eliminata, sperando in un passo falso della Svezia, opposta al Messico primo con 6 punti. Gare tutte da seguire stasera, nel Gruppo E, con il Brasile chiamato a superare l’ostacolo Serbia per brindare alla qualificazione.  Vuole far festa anche la Svizzera in campo contro il fanalino di coda Costa Rica.

Germania a caccia del pass contro i coreani, con l’orecchio a Messico-Svezia

Alla Kazan Arena, alle 16, i panzer tedeschi di Joachim Loew, rivitalizzati dal successo ottenuto al 95′ contro la Svezia, grazie alla prodezza su piazzato di Kroos, sanno di non poter fallire, in un girone davvero in bilico, contro la Corea del Sud, ultima a 0 punti. Ma la vittoria contro gli asiatici potrebbe non bastare. Infatti la Germania ha bisogno anche di un passo falso della Svezia contro il Messico, che con punto sarebbe matematicamente primo.

Classico 4-2-3-1 per Loew, che dovrà fare a meno di Boateng, espulso contro la Svezia, e Rudy, infortunato. Ci sarà, dunque, spazio per Gundogan, in mediana, al fianco di Kroos, matchwinner contro gli scandinavi. Sulle corsie laterali Reus e Brandt, con Khedira, Draxler e Ozil alle spalle di Werner.

Poche speranze di qualificazione per la Corea che, però, ci proverà ugualmente. A Son e compagni serve un successo contro i tedeschi e la vittoria della Svezia contro il Messico: in quel caso il Messico passerebbe come primo e ci si ritroverebbe con Corea del Sud, Svezia e Germania a 3 punti, con la differenza reti (e poi il numero di gol segnati) fattore determinante.

La nazionale di Shin Tae-Yong scenderà in campo contro i tedeschi sempre con il 4-4-2 con il centravanti del Tottenham punto di riferimento offensivo. S. Lee. Moon e Hwang spingeranno sulle fasce, mentre Ju e Ki agiranno in zona centrale. In difesa spazio a Y. Lee, Jang, Y.G. Kim e M.W. Kim.

Brasile-Serbia da brividi, Svizzera ad un passo dalla qualificazione

Match da brividi, allo Spartak Stadium, questa sera, tra Brasile e Serbia. Neymar e compagni, sono a caccia di una vittoria per assicurarsi il primo posto nel girone (hanno una differenza reti migliore di quella della Svizzera, impegnata contro la Costa Rica eliminata). Di fronte, però, una Serbia che, vincendo, potrebbe volare agli ottavi ed eliminare la nazionale verdeoro.

Per questo ci si aspetta una gara dalle mille emozioni, con Tite che ha già dato il suo verdetto in sala stampa (“giocheranno gli stessi“). Neymar sarà come sempre il riferimento offensivo, insieme a Gabriel Jesus, con Willian a svariare alle loro spalle. Casemiro la diga di centrocampo, con Paulinho e Coutinho mezz’ali pronte ad offendere.

4-2-3-1 consueto per Krstajic, con Mitrovic unica punta. Alle sue spalle Ljajic (anche se Kostic lo insidia per una maglia da titolare), MilinkovicSavic e Tadic. Occhio però a Radonjic che potrebbe essere schierato a sorpresa dal tecnico serbo.

 

Speak Your Mind

*