Fiorentina-Torino apre la Serie A. Stasera la Roma a Verona

Il Campionato di Serie A TIM, 2020-2021, inizia ufficialmente oggi, alle 18, con la sfida tra Fiorentina e Torino, senza tifosi per il rispetto delle norme anti-covid. In serata, invece, spazio alla Roma di Fonseca che, con Dzeko in partenza (probabile panchina per lui; domani le visite mediche con la Juventus), e in attesa di Milik, affronta l’Hellas al Bentegodi.

Le ultime da Firenze. Bonaventura dall’inizio

La Fiorentina di Iachini, per il match d’esordio con il Toro, dovrebbe riproporre i gigliati in formato 3-5-2. Nel reparto difensivo, nonostante qualche acciacco, capitan Pezzella dovrebbe essere in campo dall’inizio, insieme a Milenkovic e Caceres, a protezione della porta difesa da Dragowski.

A centrocampo, invece, problemi sulla corsia di sinistra dove Biraghi è in dubbio per un problema alla caviglia. Nel caso in cui sia out, spazio a Lirola. Sulla destra spazio a Chiesa, pronto a scatenarsi. In cabina di regia ci sarà uno dei nuovi volti, Duncan, arrivato dal Sassuolo dopo 5 stagioni in Emilia. Maglia da titolare anche per l’ex Milan, Bonaventura (Amrabat, invece, è squalificato).

Il neo tecnico del Toro, Marco Giampaolo, invece dovrebbe affidarsi ad un 4-3-1-2. Il dubbio principale riguarda l’out di sinistra: Rodriguez non ce la fa ed Ansaldi e Vojvoda non sono al meglio. Spazio, quindi, al nuovo acquisto Murru. In attacco la coppia collaudata Belotti-Zaza, a loro supporto ci sarà Berenguer.

Roma a Verona. Dzeko in panchina, Mikhitarian falso nove

Quella di Verona sarà l’ultima con la Roma per Edin Dzeko. Domani, infatti, il centravanti bosniaco sarà a Torino per le visite mediche e per firmare la sua nuova avventura con la maglia della Juventus.

Le ultime news, inoltre, parlano di un Dzeko che potrebbe accomodarsi in panchina, con Mikhitarian falso nove (si aspetta che vada in porto l’acquisto di Milik dal Napoli). Insieme a lui Carles Perez e Pellegrini.

A centrocampo coppia mediana composta da Diawara e Veretout, con Spinazzola a sinistra e Karsdorp (tornato alla base dal prestito al Feyenoord) sulla destra. Difesa a tre con Cristante che completerà (in versione inedita), il pacchetto insieme a Mancini e Ibanez (l’ex del match, Kumbulla, parte dalla panchina). In porta Mirante più di Pau Lopez.

Juric, invece, per questa nuova stagione, ha una squadra ancora tutta “da scoprire” dopo le partenze di Rrahmani, Kumbulla e Amrabat, con Pessina che ancora non ha sciolto le riserve sul suo futuro. Tanti nuovi arrivi, due di questi Benassi e Magnani saranno però assenti.

In difesa spazio per l’ex giallorosso Cetin, insieme a Günter ed Empereur. Faraoni e Dimarco sulle fasce, con Veloso in mezzo affiancato da un altro nuovo arrivo, Tameze. Attacco affidato a Di Carmine, accompagnato da Ilic e Zaccagni

Speak Your Mind

*