Festa azzurra al Franchi, le azzurre di Bertolini volano al Mondiale

Italia Femminile al Mondiale, battuto il Portogallo

L’Italia femminile di calcio ha battuto 3-0 il Portogallo e si è qualificata con un turno di anticipo al Mondiale

7 successi su 7 e può esplodere la festa per le azzurre di Milena Bertolini. L’Italia calcistica al femminile batte 3 a 0 il Portogallo e, grazie all’ennesima vittoria, vola ai Mondiali rompendo una maledizione durata 20 anni. Dal 1999, nell’edizione giocata negli States, al 2019, in Francia dove le ragazze dell’Italia saranno protagoniste grazie ad una cavalcata fantastica conclusa con il tris alle rivali lusitane.

Partenza forte delle azzurre: Girelli sblocca il match, Salvai raddoppia

Manca ancora una gara alla fine di questo girone di qualificazione (il 4 Settembre contro il Belgio che, però, vincendo le tre gare rimaste non può raggiungere l’Italia, a 21 a punteggio pieno, ma ottenere un massimo di 19, ndr) ma il traguardo è raggiunto, grazie all’ennesimo successo.

L’Italia sarà protagonista nuovamente al Campionato del Mondo, dal 7 giugno al 7 luglio 2019 (gara inaugurale a Parigi, semifinali e finale a Lione) dove ci arriva grazie ad un percorso super, che ha avuto il suo epilogo fantastico nella serata del Franchi, nella quale le azzurre di Milena Bertolini hanno messo il sigillo finale, strapazzando le lusitante con un netto 3 a 0.

A Firenze, davanti a 6.500 persone, il match si è messo subito in discesa per la squadra azzurra, partita forte e in gol dopo soli 4 minuti: angolo di Giugliano e colpo di testa di Cristiana Girelli, implacabile. Al 13′, altro corner e altro gol, stavolta di Cecilia Salvai, campione d’Italia con la Juventus. Un uno-due pazzesco, dal quale il Portogallo non si è più ripreso.

Tanto che, fino alla fine della prima frazione, la numero uno azzurra, la romana Pipitone (che è, in realtà, terzo portiere della Nazionale, ma titolare ieri sera per gli infortuni di Giuliani e Marchitelli) non deve compiere interventi degni di nota. Unica nota negativa l’infortunio della Rosucci, sostituita dalla Parisi, tornata a riassaporare, con grande felicità, il campo dopo 14 mesi di stop per infortunio.

Doppia traversa, poi il tris della Bonansea e la festa Mondiale

Ci si aspetta il ritorno del Portogallo, nella ripresa, ma nonostante gli ingressi di Marques e Jessica Silva, le lusitane non pungono. Anzi è l’Italia a sfiorare a più riprese il punto del 3 a 0. Sia Gama (Dolores Silva salva sulla linea) che Bonansea (traversa con un morbido lob sull’uscita di Morais), vanno vicinissime al gol, mancato per un pizzico di sfortuna e di imprecisione.

Al 75′, altra chance per la Bonansea, ma in questo caso la Morais salva tutto, respingendo in corner, di piede, la conclusione della ragazza di Milena Bertolini. Ci prova anche, su punizione (bellissima), la Girelli, ma la traversa dice ancora di no alle azzurre.

Il finale, però, è vicino, e con esso il pass per un Mondiale strameritato. Ma c’è tempo per la gioia del terzo gol, cercato per tutta la ripresa. Entra la Cernoia, scudettata con la Juventus, come Aurora Galli e Barbara Bonansea, e le tre ragazze, ad un passo dal fischio finale, confezionano il tris dell’Italia. Finisce in gloria per le azzurre che ritrovano il Mondiale dopo 20 anni, al Franchi è festa azzurra!

Speak Your Mind

*