Europa League, Risultati: Lavezzi delude, Cavani a secco, e Mazzarri si arrabbia

Non è la squadra che piace a me, oggi c’è stata una giornata storta un poco di tutti“, queste le dure parole del tecnico del Napoli, Walter Mazzarri che si sfoga in sala stampa dopo lo striminzito risultato di 0 a 0 rimediato contro l’Utrecht, al San Paolo, nella prima fatica stagionale in Europa League.
Evidentemente e giustamente insoddisfatto per la prestazione dei suoi giocatori, che non sono riusciti a bucare la difesa della modesta formazione olandese (pericolosa anzi in più di una circostanza), il mister livornese cerca di vedere, comunque, il bicchiere mezzo pieno: “quando ci sono match così si può anche perdere, quindi è già qualcosa uscire dal campo con un pareggio. L’Utrecht – ha continuato Mazzarriè una buona squadra, sapevo che sarebbe stata una gara difficile. Una giornata storta ci sta, le gare a livello internazionale sono ancora più imprevedibili di quelle del nostro campionato“. Sicuramente, però, questo Napoli fatica molto a creare gioco e a ritrovarsi dopo la passata stagione e, a far male, ci pensano anche i tifosi con i sonori fischi che hanno accompagnato gli azzurri all’uscita dal campo.
Balbetta in campionato, ma anche in Europa, dunque, la formazione campana che non trova la sconfitta come il Palermo (ci è mancato poco) e che, anche ieri sera, poche volte è riuscita a rendersi pericolosa in area avversaria e ad emozionare il pubblico presente al San Paolo. Anzi, al 9′ ci vuole tutta la bravura di De Sanctis per respingere la conclusione di Merten, pericoloso nella sua iniziativa. Ancora Utrecht in avanti, poco dopo la mezz’ora: Mertens serviva bene Van Wolfswinkel che al volo calciava sfiorava il palo e mettendo i brividi al portierone partenopeo.
E il Napoli? Cavani non riesce a pungere, tantomeno il Pocho Lavezzi che, in una delle poche iniziative costruite in attacco, spreca tutto (e non è la prima volta) con una conclusione non irresistibile e bloccata con sicurezza da Vorm. Soprattutto i giovani, Yebda e Sosa, non riescono ad entrare in partita. Squadra lunga, quella di Mazzarri, inconcludente e incapace di costruire gioco. Nel finale, spazio anche all’ex centravanti del Livorno, l’esperto Lucarelli, ma il risultato non cambia e, come detto, tra i fischi del popolo napoletano, la compagine partenopea chiude uno scialbo esordio in Europa League sul risultato di zero a zero. Troppo poco davvero.
Prossima sfida il 30 settembre. Lavezzi e compagni faranno visita ai romeni della Steaua Bucarest, disintegrata ieri sera, con il risultato di 4 a 1 dal Liverpool di Hodgson. Servirà davvero un’altro tipo di prova…

Speak Your Mind

*