Europa League risultati: il Palermo cade a Praga e Rossi ora rischia

Ancora una sconfitta, e sempre con il risultato di 3 a 2. Come nell’ultima fatica di Serie A, a Brescia, così in Europa League nel primo impegno della fase a gironi. Il Palermo di Delio Rossi cade a Praga, contro lo Sparta di Michal Bílek e fatica a ritrovarsi, come la stessa Juventus, a pochi giorni dalla difficile sfida con l’Inter.
Alla ricerca di se stesso, questo l’obiettivo in casa del gruppo rosanero, ma nel frattempo Zamparini e Rossi sono sempre più ai ferri corti e un ko contro l’Inter (che comunque ci può stare) potrebbe far traboccare definitivamente il vaso.
Tornando alla sfida di ieri sera, uno Sparta piu’ esperto e convinto, ma anche piu’ in palla rispetto alla compagine siciliana, ottiene meritatamente la vittoria, nonostante la reazione degli avversari che si portano sotto con Hernandez e, nel finale, sfiorano anche il 3 a 3 con un colpo di testa di Kasami.
A Praga, Delio Rossi rispolvera il vecchio 4-3-1-2, con Maccarone ed Hernandez davanti a Pastore. Cassani e Munoz tirano il fiato, sostituiti da Darmian e Glik, Rigoni prende il posto di Nocerino. I padroni di casa, invece, schierano Podany a sostegno dell’unica punta Bony e partono subito a spron battuto, alla ricerca del vantaggio.
1 a 0 che arriva, poco dopo il quarto d’ora: Kladrubsky serve Wilfried che solo soletto insacca di testa, punendo la difesa rosanero. Il Palermo non ci sta e reagisce prontamente, trovando il pari a pochi minuti dall’intervallo. La sigla è quella di Maccarone, il quale insacca la sfera dopo che Blazek era volato a smanacciare la bella conclusione di Pastore.
Il Palermo, rinfrancato dal pari, prosegue bene anche nella ripresa, con un Pastore sempre nel vivo del gioco, ma ad andare in vantaggio è lo Sparta che alla prima occasione utile della ripresa va a segno con Kladsrubsky, servito dall’assist delizioso di Pamic. Il Palermo accusa il colpo e crolla ancora, con Kladec che firma il 3 a 1 al 75′.
E’ la rete che chiude di fatto il match anche se Hernandez prova a suonare ancora la carica, regalando il punto del 2 a 3 con un delizioso colpo di tacco. Palermo all’arrembaggio, nel finale Kasami (sostituto dell’infortunato Migliaccio), di testa, sfiora il clamoroso 3-3, che però non arriva. Arriva invece un’altra sconfitta e Zamparini non la prende bene…

Speak Your Mind

*