Dominio Chelsea, ma vince l’Arsenal ai rigori. Il Benfica s’illude, Terrier fa felice il Lione

Lacazette beffa il Chelsea, ai rigori la spunta l'Arsenal

Grazie ad un gol di Lacazette l’Arsenal impatta la sfida con il Chelsea al 93′ e poi vince ai rigori

Sorridono Arsenal e Lione nella International Champions Cup. I gunners soffrono il Chelsea, che domina in lungo e largo e va in vantaggio, ma al 93′ Lacazette porta la sfida ai rigori dove sono, poi, i ragazzi di Emery a spuntarla. Nell’altra sfida Benfica in rimonta, dopo lo 0 a 2 del Lione, ma Terrier realizza il gol del definitivo 3 a 2 per i francesi.

Arsenal ai rigori contro il Chelsea, Terrier acuto Lione

Il Chelsea domina, ma alla fine a fare festa (al termine dei calci di rigori) è l’Arsenal, nel derby inglese di International Champions Cup. I ragazzi di Sarri vanno subito in vantaggio con l’ex giallorosso, Rudiger, su angolo di Fabregas, poi però sprecano tante chance per il colpo del ko.

La più ghiotta è quella, dal dischetto, con Morata che fa fare bella figura all’esperto Cech. Lo stesso attaccante spagnolo fallisce un’altra occasione, mentre è Mustafi, con un salvataggio sulla linea, a impedire ai Blues di raddoppiare, dopo la conclusione di Hudson-Odoi, parata dallo stesso Cech.

Primo tempo dominato ma solo 1 a 0 e allora, nella ripresa, l’Arsenal di Emery prende coraggio. Diverse le chance create, ma non capitalizzate dai gunners, con con Smith-Rowe, Kolasinac ed Elneny. Al 93′, però, nell’ultimo assalto, l’Arsenal fa 1 a 1: cross teso e potente di Nelson, e tap-in vincente di Lacazette.

Una beffa per il Chelsea, che diventa sconfitta ai calci di rigore. Trasformati i primi dieci penalty in maniera perfetta si va a oltranza dove Iwobi non sbaglia mentre LoftusCheek compie l’errore decisivo. Arsenal in festa, Chelsea ko.

Si chiude, invece, con un pirotecnico 3 a 2 per i francesi una bellissima partita, giocata nella International Champions Cup, tra il Benfica e il Lione, che quindi si porta a casa la prima vittoria nei 90 regolamentari dopo quella arrivata dagli undici metri contro l’Inter.

Il Benfica colpisce tre legni (due sullo 0 a 0 nei primi 45 minuti), il Lione invece segna, portandosi addirittura sul 2 a 0. Ci pensa il brasiliano Marcelo a sbloccare la gara, al 41′, con un perfetto colpo di testa, mentre Traoré beffa Vlachodimos per il 2 a 0 dei francesi.

Si apre la ripresa, e il Benfica colpisce il terzo palo, con Pizzi. Sembra una gara stregata per i lusitani, ma sempre con Pizzi arriva il gol che riapre la sfida. Inserimento e tocco sotto, battuto Gorgelin. I portoghesi crescono e si materializza il 2 a 2, che rimette la sfida in parità. Al 64′, Marcelo, autore dell’1 a 0 del Lione, va in spaccata e in maniera carambolesca insacca nella propria rete.

Il Lione, però, non ci sta e, dopo un legno colpito da Mariano, trova il definitivo 3 a 2, che annulla la rimonta portoghese. Ci pensa uno dei subentrati, Martin Terrier all’83’ a colpire la retroguardia lusitana e a punire il Benfica. Finisce in gloria per l’OL che si porta a casa i tre punti nella ICC.

 

Speak Your Mind

*