Di Biagio, esordio con sconfitta. Francia ko, pari tra Germania e Spagna

Calcio, Amichevoli: Argentina vittoriosa contro l'Italia

L’Argentina festeggia la vittoria contro l’Italia di Di Biagio nell’amichevole di Manchester

Inizia con una sconfitta l’avventura di Gigi Di Biagio sulla panchina dell’Italia, sconfitta in amichevole dall’Argentina. Banega e Lanzini firmano il successo dell’Albiceleste, orfana di Messi, non al meglio e in panchina (anche in vista dell’amichevole di martedì con la Spagna). Male anche la Francia, punita per 3 a 2 dalla Colombia, pari tra Germania e Spagna.

Italia ko, parte male Gigi Di Biagio

Continua l’astinenza contro l’Argentina. Non si vinceva dal 1987 e così è stato anche ieri sera a Manchester, nella prima, sulla panchina della nazionale maggiore, di Gigi Di Biagio, che assapora l’amaro calice della sconfitta contro l’Argentina di Sampaoli.

Senza Messi, invocato (inutilmente) dal pubblico dell’Etihad Stadium, l’Albiceleste si affida all’estro di Di Maria, pericolo pubblico numero uno per la difesa azzurra. E’ lui a testare i riflessi di Gigi Buffon, bravo anche sul tentativo di Otamendi e sulle incursioni argentine, firmate Higuain.

Ripresa più aperta e interessante, con gli azzurri vivaci e pericolosi. L’occasionissima capita a Insigne che, su assist di Immobile, manda fuori clamorosamente a tu per tu con Caballero. Un errore grave, che rivitalizza l’Argentina, cinica nella parte finale del match. Dapprima con l’ex Inter, Banega, che sfrutta un errore di Jorginho e il triangolo con il talentuoso Lo Celso, e poi con Lanzini (del West Ham), tra i migliori in campo.

Martedì si torna in campo, contro l’Inghilterra, vittoriosa per 1 a 0 contro l’Olanda. La Nazionale dei “Tre Leoni” supera gli orange grazie alla prima firma con la nazionale britannica di Lingard, dopo i tentativi di Rashford che impegna più volte Zoet senza risultati concreti.

Male la Francia. Germania-Spagna finisce 1 a 1

Prestigiosa vittoria, in rimonta, della Colombia, che punisce per 3 a 2 la Francia di Deschamps. Partenza forte dei “galletti” che sembra far pensare ad una vittoria senza patemi: all’11’ Giroud, con il mancino, fa 1 a 0, poi Mbappé raddoppia i conti al 26′.

La Colombia barcolla, ma si rianima improvvisamente grazie alla prodezza di Muriel, che riapre i giochi, rimettendo tutto in discussione. Merito anche di Ospina che, sempre nel primo tempo, salva sull’attaccante dell’Atletico Madrid, Griezmann.

Nella ripresa grande Colombia. Dapprima pareggia i conti con “el Tigre” Falcao, su assist di James Rodriguez, poi all’85’, l’episodio che decide il match. Calcio di rigore per la Colombia, trasformato da Quintero per il punto del definitivo 3 a 2 che manda in estasi la nazionale di Bogotà.

1 a 1, invece, tra Germania e Spagna, altra amichevole di lusso andata in scena ieri sera. Rodrigo illude le “Furie Rosse“, avanti per prime nel match, Muller risponde per il pari definitivo.

L’impatto migliore sul match è degli spagnoli che, dopo 6 minuti, sono già avanti nel punteggio. Rodrigo, su assist dell’illusionista Andrès Iniesta, segna la rete del vantaggio, costringendo i panzer tedeschi ad una partenza in salita. Pochi minuti, però, e arriva il pareggio,: Khedira serve Muller, destro da fuori area e gol dell’1-1.

Nella ripresa è assalto della Germania al fortino spagnolo. Ci prova Draxler, su invito di Kroos, ma De Gea è pronto e reattivo nella respinta, poi, anche Ozil tenta la fortuna ma con scarsi risultati. La Spagna resiste e poi si rende pericolosa con Isco, ma anche in questo caso ter Stegen è efficace. Al 65′, infine, occasionissima per la Germania, mail colpo di testa di Hummels finisce in pieno sulla traversa.

Speak Your Mind

*