Blackout Lazio, fa festa il Genoa di Ballardini con Laxalt

Laxalt gol, Genoa in festa contro la Lazio

Laxalt festeggia con i compagni il gol vittoria contro la Lazio

Serataccia per la Lazio di Inzaghi che cade malamente, all’Olimpico contro il Genoa nel posticipo di Serie A, e rimedia la terza sconfitta casalinga stagionale, mancando l’allungo Champions. Decide, nel recupero, un colpo di testa di Laxalt che poco prima si era visto annullare un gol (per un mani galeotto nello stop prima della conclusione) da Maresca con l’aiuto della Var.

Lazio in difficoltà senza Immobile e Milinkovic-Savic

Si era visto subito che sarebbe stata una serata difficile per la Lazio. Senza la qualità e la fantasia di Milinkovic e con un Immobile “appannato” dopo la grande corsa dei mesi scorsi, i biancocelesti non riescono quasi mai a penetrare il fortino difensivo del Genoa, tutto ripiegato a protezione di Perin ma pronto a ripartire in contropiede.

Il principale tentativo offensivo della Lazio, nella prima frazione, arriva dalla distanza con Luis Alberto, al 38′, ma senza però inquadrare la porta. Al 40’, la risposta del Genoa è affidata al grande ex, Goran Pandev, che dolorante a terra (“quasi morto”) per un contrasto “resuscita” improvvisamente (sarà subissato di fischi per tutta la gara) per attivare una ripartenza conclusa dai liguri con un tiro di Laxalt neutralizzato da Strakosha.

Botta e risposta Pandev-Parolo poi festa ligure con Laxalt

Parte la ripresa e subito Leiva prova a rendersi pericoloso, con una conclusione deviata in angolo. Sembra profilarsi un secondo tempo di marca biancoceleste, ma invece è il Genoa a trovare il vantaggio: due minuti dopo l’insidiosa azione laziale, c’è il traversone di Hiljemark, ma soprattutto il colpo di tacco di Galabinov gestito malissimo da De Vrij, che con un intervento maldestro stoppa la palla per Pandev bravo poi ad infilare Strakosha.

La reazione della Lazio è veemente e porta, 4 minuti dopo, al pareggio. Al 14’ un traversone dalla destra innesca il colpo vincente di Parolo, che con un bel tocco di sinistro fissa l’1-1. Inzaghi allora butta nella mischia Anderson e Nani (al posto di Marusic e Murgia) per provare a vincere la gara.

Al 34’ gran tiro a volo di Luis Alberto parato da Perin, un minuto dopo invece Laxalt va in gol ma Maresca, con l’aiuto del Var, annulla la rete a causa dello stop di braccio del calciatore genoano al momento della conclusione. L’appuntamento con il gol è però solo rinviato, perchè nei minuti di recupero, esattamente al 47’, l’uruguagio va ancora in rete: di testa su cross di Hiljemark gela Strakosha e la Lazio, regalando la vittoria al Grifone. Serata amara per la Lazio, tre punti salvezza fondamentali per Ballardini & company.

Speak Your Mind

*