Croazia con le spalle al muro. Vittoria o sarà Serie B

Croazia chiamata alla vittoria contro la Spagna

La Croazia di Dalic va a caccia dei 3 punti contro la Spagna. Serve un succeso per evitare la retrocessione.

Gara da dentro o fuori, nel Gruppo D della Nations League, per la Croazia. In serata (diretta esclusiva su Canale 5 dalle 20:45) la nazionale vice-campione del Mondo, sconfitta con un sonoro 6 a 0 nella gara d’andata, cerca rivincita e punti scaccia guai contro la Spagna. Con tre punti, però, le Furie Rosse accederebbero alle semifinali dirette. Ecco perché sarà calcio-spettacolo.

Dalic rilancia Brozovic, Mandzukic premiato prima della partita

Mario Madzukic, tra i protagonisti fondamentali del secondo posto della Croazia al Mondiale russo, e ormai ex centravanti della nazionale croata dopo la “lettera d’addio” (“Se potessi giocherei per sempre per questa maglia sacra, è stato il mio orgoglio più grande“, queste le sue parole dichiarate sul profilo ufficiale di Instagram , ndr), sarà premiato questa sera prima dell’inizio della sfida contro la Spagna. Un giusto e meritato riconoscimento per un campione che ha sempre dato tutto per la maglia della Croazia.

Dopo questo emozionante siparietto sarà calcio giocato con la Croazia che, come detto, avrà un solo risultato possibile contro la Spagna, ovvero la vittoria, per non “retrocedere” nella Serie B della Nations League. Dalic punta, sul 4-2-3-1 con Rebic punta centrale. Alle spalle del centravanti spazio a Perisic, Modric e Kramaric.

Ci potrebbe essere, poi, il rilancio di Brozovic in mediana. Il centrocampista dell’Inter agirebbe, così, in coppia con Rakitic. Nel reparto difensivo, infine, spazio sulla destra ad un altro nerazzurro, Vrsaljko, con Pivaric sulla sinistra e una coppia di centrali formata dai possenti Lovren e Vida.

Luis Enrique punta su Isco nonostante “caso Madrid”

Tre punti per chiudere i giochi e volare alle semifinali come prima del Gruppo D. Non sarà semplice, contro la voglia di rivalsa della Croazia, ma la Spagna di Luis Enrique ha la qualità e la personalità per poter ottenere i tre punti e riscattare il brutto ko di Siviglia con l’Inghilterra.

L’ex tecnico di Roma e Barcellona è pronto a dare fiducia a Isco, nonostante il periodo travagliato che sta passando al Real. Il fantasista andaluso, infatti, sembra essere stato messo da parte da Solari che, dal suo arrivo sulla panchina dei blancos, lo ha relegato in panchina, ufficialmente per una “condizione non ottimale” anche se il caso continua a tenere banco in casa delle merengues.  Insieme a lui, a completamento del tridente di attacco, ci saranno Asensio e Morata.

Per quanto riguarda gli altri reparti, Sergio Busquets sarà il regista, con Ceballos e Saul Niguez a “guardargli le spalle”. In difesa, infine, torna tra i convocati Jordi Alba: sarà lui, sulla fascia mancina, a completare un pacchetto arretrato nel quale troveranno spazio Jonny, Inigo Martinez e Sergio Ramos.

LE PROBABILI FORMAZIONI

CROAZIA (4-2-3-1): Kalinic; Vrsaljko, Lovren, Vida, Pivaric; Brozovic, Rakitic; Kramaric, Modric, Perisic; Rebic. A disp.: Livakvic, Letica, Jevdaj, Caleta-Car, Milic, Mitrovic, Kovacic, Badelj, Rog, Pasalic, Bradaric, Pjaca, Vlasic, Brekalo. CT: Zlatko Dalic.

SPAGNA (4-3-3): De Gea; Jonny, Sergio Ramos, Inigo Martinez, Jordi Alba; Ceballos, Busquets, Saul; Asensio, Morata, Isco. A disp.: Pau Lopez, Kepa, Azpilicueta, Hermoso, Gayà, Llorente, Fornals, Rodri, Sergi Roberto, Marcos Alonso, Mendez, Suso, Iago Aspas. CT: Luis Enrique.

 

Speak Your Mind

*