Juventus-Atalanta e Lazio-Milan, in palio la finale di Coppa Italia

Coppa italia, Matuidi torna protagonista nella Juventus

Matuidi scalda i motori in vista della semifinale di Coppa Italia

Spazio alle semifinaliste di Coppa Italia. Alle 17 e 30 tocca alla Juventus, contro l’Atalanta, allo Stadium (si ripartirà dall’1 a 0 della gara giocata a Bergamo), mentre in serata ci sarà un appetitoso LazioMilan (0 a 0 nel match giocato a San Siro). In palio i posti per la finale del 9 Maggio.

Allegri vuole la 4^ finale di Coppa Italia consecutiva

A tre giorni dalla sfida di Serie A, rinviata per neve, la Juventus affronta l’Atalanta allo Stadium per confermare il successo ottenuto in terra bergamasca, e ottenere il pass per la finale di Coppa Italia, che sarebbe la quarta consecutiva per la corazza bianconera.

Se da un lato non ci sarà Higuain, non convocato, dall’altro tornerà protagonista Matuidi nell’undici di Max Allegri. Il francese ritrova un posto da titolare nello scacchiere della Juventus, in questa che sarà la 15^ volta tra le due squadre (5 vittorie per la Juve, 3 quelle della Dea, 6 i pareggi). Insieme a lui, Pjanic e Marchisio, con Douglas Costa, Mandzukic e Alex Sandro a formare il terzetto d’attacco.

Petagna out nella Dea, spazio al 3-4-1-2 con Gomez-Ilicic

Gasperini, invece, dovrà fare a meno di Petagna, infortunato. Ma, non per questo, scenderà in campo un’Atalanta remissiva: in attacco, per cercare di rimontare il passivo dell’andata, spazio al “PapuGomez, con Ilicic e Cristante a supporto.

Gli esterni di centrocampo saranno Hateboer a destra e Spinazzola a sinistra, mentre in mezzo al campo verranno utilizzati De Roon e Freuler. In difesa, invece, a protezione della porta difesa da Berisha, Gasperini è orientato a schierare un terzetto di centrali, nel 3-4-1-2 predisposto per l’occasione, formato da Masiello, Caldara e Palomino.

Milan con Kalinic dal primo minuto. Lazio, torna Luis Alberto

Nell’altra semifinale di ritorno della Coppa Italia, Lazio e Milan, in campo questa sera all’Olimpico, ripartiranno dallo 0 a 0 dell’andata. Biancocelesti a caccia della seconda finale consecutiva, rossoneri invece, con Kalinic in attacco dal primo minuto, e decisi a conquistare una competizione che manca in bacheca dal 2003.

Sarà, dunque, l’ex viola, fermato dalla pubalgia dall’esplosione del gioiellino Cutrone e a secco di gol dal 3 Dicembre scorso, a guidare il reparto avanzato del Milan in questa difficile sfida romana.  In difesa, invece, Romagnoli toccherà le 100 presenze con la maglia rossonera proprio contro la “sua” Lazio (non ha mai nascosto la fede biancoceleste).

Nella Lazio, invece, si rivede Luis Alberto che sembra aver vinto il ballottaggio con Felipe Anderson per il posto di “spalla” allo scatenato Immobile. 3-5-1-1 il modulo scelto da Simone Inzaghi, con una difesa composta da Radu, De Vrij e Caceres, e un centrocampo formato da Parolo, Lucas Leiva e Milinkovic-Savic. Sulle fasce, infine, Lulic e Marusic che, squalificato in campionato per i prossimi due turni, dovrebbe essere preferito a Basta.

Speak Your Mind

*