Coppa di Francia: Sigillo di Lopez, trofeo al Lione. Grandi applausi per il piccolo Quevilly

 Coppa di Francia al Lione, domato il Quevilly in finaleIl Lione si ricorda del suo essere leone ed ha la meglio ma, senza sbranarla, del grandissimo e coraggiosissimo Quevilly. I ragazzi della terza divisione non riescono questa volta nelle precedenti imprese ma si arrendono all’OL che con una rete di Lisandro Lopez, si porta a casa la Coppa di Francia 2011-2012.
La stagione degli uomini di Garde può può, a questo punto, ritenersi sostanzialmente positiva. Hanno steccato nella Coppa di Lega contro il Marsiglia ma mettono in bacheca questa di Coppa che è un po’ come un panino ben preparato: a volte può sostituire un pranzo.
Quest’anno il vero pranzo, cioè la vittoria in Ligue 1, non è stato però sbranato dal Lione perchè Montpellier e Psg (anche se Ancelotti non vincerà il titolo, il treno parigino va dritto in Champions) hanno avuto più fame e più idee. La terza piazza però è ancora a portata di mano e allo stadio Gerland, non hanno nessuna intenzione di perderla. Il Lione non può proprio restare senza le noti e le notti della Champions.
Nota di merito per i piccoli eroi del Quevilly. I miracoli non arrivano solo dal Mirandes, la squadretta spagnola che ha fatto un ottimo cammino nella coppa del re spagnola. Anche oltralpe si può stupire molti pronostici già scontati.
Non c’è due senza tre, ed allora speriamo presto di vedere le nostrane Lanciano o Tritium giocarsi prossime finali di Coppa Italia contro Juve o Milan. Per ora ringraziamo il Quevilly che ci dice che per sognare nel calcio non serve molto: basta una palla e tanta voglia di dare tutto. (Luca Savarese)

Speak Your Mind

*