Champions: Roma e Milan in campo. Torna Adriano, Thiago Silva un Diavolo in meno

Dopo aver visto l’Inter impattare a fatica, con il risultato di 2 a 2 in rimonta, contro il Twente nell’esordio di Champions (prima giornata del Gruppo A), stasera tocca alle altre due italiane esordire nella massima competizione europea. La Roma è attesa dal Bayern di Van Gaal (che dovrà fare a meno di Ribery squalificato e Robben infortunato), all’Allianz Arena, mentre il Milan ospita i francesi dell’Auxerre che, nello spareggio per accedere al tabellone principale, hanno eliminato il favorito Zenit San Pietroburgo di Spalletti.
Sia i giallorossi che i rossoneri arrivano da un momento poco felice in Serie A. I capitolini sono stati umiliati dal Cagliari, vittorioso con il risultato di 5 a 1, e ancora non sono riusciti a centrare la prima vittoria stagionale, mente la compagine di Via Turati ha capitolato sul campo del neopromosso Cesena, scatenato con il folletto Giaccherini e il gigante Bogdani.
Dunque, si attende un pronto riscatto, ma non sarà facile, soprattutto per la squadra di Ranieri, impegnata in Germania contro i vice-campioni d’Europa, sconfitti proprio dai nerazzurri nella finale di Madrid della scorsa stagione. In casa Bayern sono pesanti le due assenze che abbiamo evidenziato all’inizio (RiberyRobben) ma c’è un Muller sempre pericoloso e l’eterno bomber Klose che, comunque, dovrebbe partire dalla panchina.
I giallorossi, d’altro canto, hanno trattenuto i pezzi da novanta (vedi De Rossi, cercato a lungo dal Real), e si sono rinforzati con l’arrivo dell’ex Imperatore nerazzurro, il brasiliano Adriano (pronto a fare il suo esordio con la maglia romanista dopo l’infortunio d’inizio anno), l’ex rosanero Simplicio e Marco Borriello, arrivato dal Milan sulla sirena del calciomercato estivo. Ma, nonostante questi ottimi colpi, i capitolini non sono riusciti ancora a ritrovare lo spirito dello scorso anno, e il gioco (a causa soprattutto di una condizione fisica precaria) è la brutta copia di quello meraviglioso della passata annata. Staremo a vedere se il profumo d’Europa restituirà alla Roma, ma anche al Milan, gli stimoli giusti per ripartire.

Speak Your Mind

*