Real padrone del Parco dei Principi. Psg ko e fuori dalla Champions

Real ai quarti di finale di Champions

Vola il Real in Champions, crolla il Psg di Emery

Un Real scintillante completa l’opera iniziata all’andata, e nel ritorno degli ottavi di Champions, passa al Parco dei Principi per 2 a 1, costringendo i francesi all’eliminazione. A segno, ancora una volta, Cristiano Ronaldo, di Casemiro la seconda firma prestigiosa spagnola, dopo il momentaneo pari di Cavani.

Niente Remuntada, è trionfo Real

Questo Psg non ha potuto nulla contro la corazzata madrilena. Non è ancora il tempo dei francesi di Emery, sconfitti e delusi, ma è bensì quello degli spagnoli di Zidane, che mostrano il loro strapotere anche al Parco dei Principi, violato con il punteggio di 2 a 1.

Sempre Ronaldo protagonista, Cr7 ancora in gol

Dopo un primo tempo terminato sul punteggio di 0 a 0, un Real ridisegnato con grande intelligenza da Zidane (decisive le mosse VazquezAsensio, ndr) spegne i bollori dei parigini, desiderosi  di compiere la remuntada dopo il ko per 3 a 1 rimediato all’andata. Al 6′, infatti, ricamo di Asensio (con tunnel a Dani Alves) per Vazquez che serve Cristiano Ronaldo, il quale, di testa, trafigge Areola, regalando il prezioso vantaggio ai blancos.

Cavani prova la reazione, Casemiro chiude i giochi

Senza Neymar, infortunato, l’impresa per i parigini diventa ancor più proibitiva quando Verratti, ingenuamente, si fa espellere lasciando i suoi in 10 uomini. Un doppio rimpallo, con gol “di rotula” di Cavani sembra riaccendere i francesi, ma solo per poco perchè, grazie alla forza di un gruppo super e all’esperienza di unclub abituato a vincere la Coppa dalle grandi orecchie, il Real prende possesso della trequarti avversaria per no lasciarla più.

E così, grazie ad altri rimpalli in area, dei quali l’ultimo fatale per il Psg sul tiro di Casemiro, arriva il 2 a 1 finale del Real Madrid, che chiude la contesa. Delusione per questo Psg, costretto ancora una volta a rimandare i suoi sogni di gloria in Champions (probabilmente senza Emery, in odore di addio a fine stagione), mentre gli spagnoli volano ai quarti di finale al termine di un’altra prova di forza mostruosa.

 

Speak Your Mind

*