Champions: Bordeaux-Lione 1-0. Chamakh non basta, successo amaro

Lione in semifinale, soffrendo. Chamakh segna il goal della speranza, il Bordeaux sfiora il due a zero che avrebbe significato la qualificazione, ma la tanto sospirata rete non arriva e, dopo 3 minuti di recupero, Puel e i suoi ragazzi possono brindare all’ingresso, meritato, tra le prime quattro d’Europa.
Non riesce l’impresa, dunque, all’undici di Blanc, il quale vince per uno a zero nella gara di ritorno dei quarti di finale ma non basta, considerata la sconfitta per 3 a 1 rimediata allo Gerland. E’ un successo amaro, che non regala il colpo di scena sperato.
Si chiude per quest’anno l’avventura europea del Bordeaux mentre il Lione, all’undicesima partecipazione in Champions, vede finalmente, per la prima volta e dopo tre eliminazioni nei quarti negli ultimi sei anni, la semifinale (raggiunta facendo vittime illustri: prima il Liverpool, poi il Real Madrid, ora un Bordeaux molto talentuso ma poco esperto).
Il goal che illude i padroni di casa e decide la sfida arriva poco prima dell’intervallo. Tremoulinas s’inserisce bene sull’out di sinistra e poi crossa in area per la spizzata di Chamakh, che segna l’1-0 anticipando l’ex bianconero Boumsong. Ma, nonostante altre occasioni create nella ripresa, l’agognato raddoppio non arriva e, con una gara ordinata, il Lione difende il 3 a 1 dell’andata e conquista il pass per il penultimo atto della competizione europea. Ora, per i ragazzi di Puel c’è il Bayern che, all’Old Trafford, è riuscito nell’impresa di eliminare i Red Devils di Sir Alex Ferguson.


    (1-0. Chamakh)


    (highlights)

Speak Your Mind

*