Cesena: Ficcadenti sorride, ecco lo zar Rosina. Al Manuzzi anche il finlandese Riski

Colpo del Cesena. Dopo due stagioni trascorse allo Zenit San Pietroburgo di Spalletti, Alessandro Rosina torna in Italia, e abbraccia la causa romagnola accettando il prestito al Cesena di Ficcadenti.
Il fantasista cosentino classe 1984 riabbraccia, dunque, il campionato di Serie A, torneo che lo ha visto protagonista nel 2006 con la maglia del Torino, guidato alla promozione dallo stesso calciatore, al termine di una grande stagione nella serie cadetta.  Meritatosi il nomignolo di  “Rosinaldo“, anche l’anno seguente mostra grandi cose: il Toro conquista la salvezza soprattutto grazie alle prestazioni del piccolo trequartista, che colleziona 35 presenze condite da nove reti.
Poi, nel 2009 il passaggio nella gelida Russia, alla corte dell’ex allenatore romanista, Luciano Spalletti, nelle file dello Zenit San Pietroburgo che, il 14 novembre scorso, si è laureato campione con due giornate d’anticipo. Ed infine, nelle ultime ore, l’accordo con i bianconeri che restituisce l’Italia e la Serie A al centrocampista calabrese. Domani il primo allenamento con i compagni, che consentirà al mister del Cesena, Massimo Ficcadenti, di valutare le condizioni dell’ex granata (se schierarlo o meno dall’inizio), in vista della delicata gara di Lecce.
Oltre a Rosina, il Cesena ufficializza anche l’arrivo in bianconero del giovane attaccante finlandese Roope Riski. Vent’anni, arriva a titolo definitivo dal Tps Turku, dove ha segnato 12 reti in 18 gare nel massimo campionato.

Speak Your Mind

*