Brutta Juve al Do Dragao, ma Chiesa riaccende le speranze

Una brutta Juventus esce sconfitta dal “Do Dragao” contro il Porto per 2 a 1 nell’andata degli ottavi di Champions League. Pasticcio di Bentancur nei primi secondi, ne approfitta Taremi, poi a inizio ripresa è Marega a fare 2 a 0. Nel finale, però, spunto prezioso di Chiesa che regala un gol importante in vista della gara di ritorno in programma il 9 Marzo.

Bentancur la combina grossa, Marega fa 2 a 0. Chiesa rianima la Juve

Il 9 Marzo p.v., a Torino, si ripartirà dal gol di Federico Chiesa che, nella parte finale del match del “Do Dragao“, ha trovato quello che la Juvntus cercava. Ovvero la firma per riaccendere le speranze di qualificazione, dopo la brutta prova della squadra di Pirlo.

La Juventus, infatti, non ha praticamente giocando, regalando due gol al Porto. A partire dai primi istanti, con la leggerezza di Bentancur che regala il vantaggio a Taremi servendolo a un metro da Szczesny nel tentativo di far partire l’azione dal basso (troppo dal basso).

I bianconeri non riescono a reagire, e ad inizio ripresa, invece, subiscono il 2 a 0. Dopo il fischio dell’arbitro passano solamente 19 secondi. Il Porto si infila, in scioltezza, nella difesa della compagine bianconera, e Marega fa 2-0 (non efficace Szczesny, battuto sul suo palo).

La Juve, che nel primo tempo aveva perso Chiellini per infortunio, continua a non produrre ocasioni da gol. Ronaldo non si vede, e l’attacco è davvero abulico. Fino al gol della speranza, che magicamente, arriva all’82’.

Decisiva la fiammata di Chiesa, servito da un cross di Rabiot. Il calciatore bianconero non fallisce e accorcia le distanze (ecco gli highlights del match). In pieno recupero, infine, Ronaldo, che fino a quel momento non si era assolutamente visto, viene steso in area e reclama un rigore che non sarebbe stato poi così ingiusto. Al ritorno servirà un’altra Juve, ma quel gol è una manna dal cielo.

Il tabellino del match

 PORTO (4-4-2): Marchesin; Manafà, Pepe, Mbemba, Zaidu; Corona (90′ Corona), Uribe, Sergio Oliveira (90′ F. Conceicao), Otavio (57′ Luis Diaz); Marega (66′ Grujic), Taremi. All. Conceicao.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, De Ligt, Chiellini (34′ Demiral), Alex Sandro; Chiesa, Bentancur, Rabiot, McKennie (63′ Morata); Kulusevski (77′ Ramsey), Ronaldo. All. Pirlo.

MARCATORI: 2′ Taremi (P)46′ Marega (P), 82′ Chiesa (J)

Speak Your Mind

*