Brasile in campo contro il Costa Rica. Alle 17 Nigeria-Islanda, serata con Serbia-Svizzera

Mondiali: Brasile a caccia della vittoria, Neymar recuperato

Neymar guida il Brasile contro il Costa Rica. Alla Selecao serve una vittoria

Brasile a caccia della vittoria dopo il deludente pari con la Svizzera all’esordio nel Girone E. Nel pomeriggio NigeriaIslanda, match che interessa da vicino l’Argentina, crollata sotto i colpi della Crozia e seriamente a rischio eliminazione, in serata infine match molto interessante tra Serbia e Svizzera, con Kolarov e compagni che, vincendo, conquisterebbero il pass per gli ottavi.

Neymar pronto al riscatto, Costa Rica all’ultima spiaggia

Il bellissimo gol di Coutinho non è bastato al Brasile, all’esordio, per domare la Svizzera di Petkovic. Oggi, con avversaria la Costa Rica, serve necessariamente un successo agli uomi di Tite per non dover ricorrere all’ultima fatica, che sarà contro la più insidiosa Serbia, di scena stasera contro la Svizzera.

Senza Danilo infortunato, e che sarà sostituito da Fagner, il Brasile si affida nuovamente a Neymar, recuperato dopo il piccolo problema avuto nel match d’esordio, e a Gabriel Jesus in avanti. Sarà lui a dover scardinare il fortino del Costa Rica che, nonostante sia all’ultima spiaggia (dopo il ko rimediato contro la Serbia, a causa del gol di Kolarov, ndr), non cambierà modulo, e si presenterà in campo con un abbottonato 5-4-1 con Joel Campbell in attacco.

Le probabili formazioni:

BRASILE (4-2-3-1): Alisson; Danilo, Miranda, Thiago Silva, Marcelo; Paulinho, Casemiro; Willian, Coutinho, Neymar; Gabriel Jesus. All. Tite.

COSTA RICA (5-4-1): Keylor Navas; Gamboa, Duarte, Acosta, Gonzalez, Calvo; Bolanos, Borges, Guzman, B. Ruiz; Joel Campbell. All. Ramirez.

Nigeria-Islanda da dentro o fuori. Argentina spettatrice interessata

L’Argentina invece guarderà con grande attenzione la gara delle 17 tra Nigeria e Islanda, valevole per la seconda giornata del Gruppo D.

L’Albiceleste, affondata da una Croazia stellare, è seriamente a rischio eliminazione con il solo punticino rimediato contro l’Islanda e una vittoria della nazionale dei ghiacci, contro gli africani, metterebbe ancor più nei guai l’undici di Sampaoli (nell’ultima giornata infatti ci sarà Islanda-Croazia con quest’ultima già agli ottavi, ndr). Un pari o un successo delle Super Aquile, invece, rimanderebbe i discorsi all’ultima tornata e alla sfida diretta tra Nigeria e Argentina.

Nigeria a caccia di punti dopo il ko con la Croazia. Per questo Rohr, pur confermando il 4-2-3-1 visto nel match d’esordio e, in larghissima parte, anche gli interpreti, procederà a qualche cambio, con Iheanacho che dovrebbe spuntarla su Ighalo. Sull’altro fronte il tecnico islandese,Hallgrimsson, che ha perso Gudmundsson per infortunio (pronto Gislason) punta sul 4-4-1-1 con “l’italiano” Hallfredsson in mezzo al campo a far coppia con il capitano Gunnarsson.

Le probabili formazioni:

NIGERIA (4-2-3-1): Uzoho; Shehu, Troost-Ekong, Balogun, Idowu; Ndidi, Etebo; Moses, Obi Mikel, Iwobi; Iheanacho. All. Rohr.

ISLANDA (4-4-1-1): Halldorsson; Saevarsson, Arnason, R. Sigurdsson, Magnusson; Gislason, Gunnarsson, Hallfredsson, Bjarnason; G. Sigurdsson; Finnbogason. All.: Hallgrimsson.

Serbia per chiudere, Svizzera per riaprire i giochi

Infine la giornata si chiuderà con un match tutto eeuropeo, e ricco di grandi motivazioni, tra Svizzera e Serbia, attuale capolista del Gruppo E (quello del Brasile per intenderci), grazie al gol di Kolarov, che ha abbattuto la Costa Rica. In campo anche tanti protagonisti della nostra Serie A, a partire da MilinkovicSavic che sogna il suo primo gol in questo Mondiale, magari decisivo, ai fini della qualificazione, contro l’undici elevetico.

La Svizzera, però, non ci sta e, dopo aver strappato con una grande prova il pari al Brasile, vuole fermare anche la corsa della Serbia, affidandosi ancora una volta a Seferovic, con Shaqiri e Zuber larghi. Il modulo sarà sempre il 4-2-3-1, a specchio rispetto alla nazionale di Krstajic, e a centrocampo spazio sempre alla coppia XhakaBehrami.

Le Probabili Formazioni:

Serbia (4-2-3-1): Stojkovic; Ivanovic, Milenkovic, Tosic, Kolarov; Matic, Milivojevic; Tadic, Milinkovic-Savic, Kostic; Mitrovic. All: Mladen Krstajic.

Svizzera (4-2-3-1): Sommer; Lichtsteiner, Schar, Akanji, Rodriguez; Xhaka, Behrami; Shaqiri, Dzemaili, Zuber; Seferovic. All: Vladimir Petkovic.

Speak Your Mind

*