Bayern-Real, parte la sfida verso la finale. In campo 13 Coppe dei Campioni

Ronaldo sfida Mario Gomez (fonte Datasport.it)13 Coppe dei Campioni, 18 confronti diretti, un gran bel pezzo di storia calcistica europea. Stasera, nell’andata della prima semifinale di Champions League, Bayern Monaco e Real Madrid si contendono il pass per la finale di Monaco di Baviera del 19 maggio prossimo.
I trionfi del passato (nove Champions per i blancos, delle quali cinque consecutive dal 1956 al 1960, 4 per i bavaresi, con tre successi consecutivi tra il 1974 e il 1976) hanno reso le due compagini, in campo questa sera all‘Allianz Arena, superpotenze di oggi nei rispettivi campionati.
Anni d’oro quelli del Real di Di Stefano e del Bayern di Gerd Muller, in attesa di essere rivissuti, attraverso campioni di oggi che rispondono ai nomi di Cristiano Ronaldo e Arjen Robben, tanto per citarne solo due dei tanti che stasera si sfideranno sul prato del tempio calcistico tedesco, peraltro sede della finale di Champions di quest’anno.
Sulla carta, Bayern-Real, che conta ben 18 confronti diretti (dominio tedesco con 10 successi e due pari. Solo sei le vittorie dei madrileni. Una statistica che, in parte, si scontra con il bilancio alla pari (4 a 4), tra le due squadre, nei doppi confronti a eliminazione diretta), si presenta come una gara da “over”, considerato che i reparti offensivi delle due squadre costituiscono delle armi importanti (Ronaldo da una parte, Gomez dall’altra, Benzema e Kakà da un lato, Robben e Ribery dall’altro), capaci di mettere in difficoltà chi la propria porta, la deve difendere.
E proprio spostandoci in porta troviamo il “vecchio e il giovane”, il fuoriclasse affermato, campione del Mondo e d’Europa, Iker Casillas, numero uno del Real di Mourinho, e Manuel Neuer, da Gelsenkirchen all’Allianz Arena, astro nascente dalle grandissime prospettive.
Infine il modulo, comune. Il 4-2-3-1 è la soluzione che sia Heynckes sia Mourinho prediligono, con un’unica punta quale riferimento fisso offensivo (Benzema e Gomez) e tre giocatori più dinamici e fantasiosi leggermente arretrati (Ronaldo Ozil e Di Maria; Robben Ribery e Muller).
Restando proprio in tema di formazioni che, con tutta probabilità, saranno schierate dai due tecnici questa sera, non ci sono particolari dubbi per i padroni di casa del Bayern. Heynckes ha già pronta la formazione tipo, con Neuer tra ai pali, Lahm, Boateng, Badstuber e Alaba a difendere la porta dei bavaresi, Schweinsteiger e Kroos incontristi mentre Robben, Muller e Ribery agiranno alle spalle di Gomez.
A specchio il Real di Mourinho, che si affiderà come sempre all’esperto Casillas, difesa a 4 con Arbeloa, Sergio Ramos, Pepe e Marcelo, centrocampo formato, nella parte anteriore, da Khedira e Xabi Alonso e in quella più offensiva da Cristiano Ronaldo, Di Maria e Kakà (oppure Ozil) a supporto di Benzema, che appare in netto vantaggio sul “pipita” Higuain.

Speak Your Mind

*