Inter a secco, brilla la Roma. Mirante stoppa i nerazzurri

Mirante superstar, finisce 0 a 0 tra Inter e Roma, nel primo anticipo della 15^ giornata di Serie A. I nerazzurri sbattono sul portiere capitolino, i giallorossi con una buona prova (soprattutto nel primo tempo), e qualche iniziativa offensiva non molto incisiva (a causa soprattutto dell’assenza di Dzeko), tornano a casa con un buon punto. Continua la corsa Champions dei giallorossi, Inter invece a +2 sulla Juventus, in attesa della supersfida di stasera tra la Lazio di Inzaghi e i bianconeri di Sarri.

Lukaku e Lautaro a secco, Mirante superstar

L’Inter frena nell’anticipo e ora attende di sapere cosa farà la Juventus che, di scena alle 20 e 45 sul campo della Lazio, potrebbe tornare a guidare, con un successo, la classifica di Serie A. I nerazzurri non bucano una Roma molto ordinata, concentrata in difesa con la coppia Smalling-Mancini sugli scudi e con un Mirante che, chiamato in causa per l’infortunio di Pau Lopez, diventa grande protagonista.

Soprattutto per alcuni errori difensivi che potevano essere fatali. A partire da quello, nei primi minuti, di Veretout (una pallaccia lenta e centrale). Lukaku si inserisce e colpisce, ma Mirante è davvero bravo nella respinta.

La Roma, scampato il pericolo, riparte e per una buona mezzora tiene in scacco l’Inter, senza però colpire. Due le situazioni più interessanti. Quella che porta Zaniolo a girarsi e a colpire (Handanovic blocca in due tempi) e quella che, invece, dalla destra, non trova Perotti per la stoccata da pochi passi.

Il secondo errore grave è di Perotti che si fa soffiare la palla vicino all’area. Vecino, però, non ne approfitta. Poi, nell’unico sbaglio commesso, in gara, da Mirante, Brozovic ha sul destro la chance dell’1 a 0 ma manda clamorosamente alto.

E’ una gara molto fisica ma poco spettacolare e bloccata, a dispetto dei precedenti (mancava un gol per i 500 totali negli incroci tra Roma e Inter, ndr). L’occasione più importante, nei secondi 45 minuti, arriva con la conclusione di Vecino, imbeccato da Borja Valero. Mirante, con un balzo felino, dice ancora di no.

La Roma si difende e prova a ripartire, ma in attacco, senza Dzeko (che debilitato dalla febbre entrerà nella parte finale senza però poter incidere) è dura contro il terzetto difensivo nerazzurro. Mancini salva su Lautaro, mentre in un’altra occasione è prodigioso nel recupero Spinazzola (con tocco tra avambraccio ed ascella non punito, giustamente, da Calvarese).

Finisce, inevitabilmente, 0 a 0 (ecco gli highlights per chi non ha potuto vedere il match live). Per la prima volta, in questa stagione, l’Inter non trova la via del gol. Sorride la Roma che continua la sua corsa Champions con la consapevolezza di essere sempre più squadra. Complimenti a Fonseca.

Il Tabellino di Inter-Roma

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva (47′ Lazaro), Vecino, Borja Valero (27’st Asamoah), Brozovic, Biraghi (43’st D’Ambrosio); Lukaku, Lautaro Martinez. A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Dimarco, Agoume, Bastoni, Politano, Esposito. All.: Conte.
Roma (4-2-3-1): Mirante; Santon (16’pt Spinazzola), Mancini, Smalling, Kolarov; Veretout, Diawara; Mkhitaryan (44’st Florenzi), Pellegrini, Perotti (23’st Dzeko); Zaniolo. A disp.: Fuzato, Cardinali, Jesus, Cetin, Under, Antonucci, Kalinic. All.: Fonseca.
Arbitro: Calvarese.

Please follow and like us:
error0

Speak Your Mind

*