Alle 15 Torino-Atalanta. Esordio Lazio a Cagliari, in serata tocca all’Inter

Sabato di debutto, in Serie A, per Atalanta, Lazio e Inter, ferme nella prima giornata di campionato. La Dea riparte dall’Olimpico di Torino da dove, nella passata stagione, uscì con un clamoroso 7 a 0 a proprio favore. Alle 18 poi, oltre a SampBenevento, si registra l’esordio dei ragazzi di Inzaghi, di scena a Cagliari. In serata, poi l’Inter di Conte lancia la sfida alla Juventus, con il match casalingo contro la Fiorentina.

Toro a caccia di riscatto, Giampaolo cerca i primi punti

Dopo aver perso la prima battaglia a Firenze, nell’esordio in Serie A, il Toro di Giampaolo cerca pronto riscatto. Match duro per i granata, però, attesi, dalla sfida interna con l’Atalanta di Gasperini, che invece scenderà in campo per la prima volta in questo torneo.

Giampaolo punta sul 4-3-1-2 con ZazaBelotti in attacco. Alle spalle dei due attaccanti uno tra Verdi e Berenguer, con il primo in vantaggio. L’altro ballottaggio è tra Murru ed Ansaldi sulla linea difensiva di sinistra. A destra, invece, confermato Izzo, con Nkoulou e Bremer centrali. In mediana, infine, soazio a Lukic, Rincon e l’ex doriano Linetty.

Due le assenze in casa Atalanta, invece. Gasperini dovrà, infatti, fare a meno dell’ex Genoa, Romero (arrivato dal mercato, via Juve) e di Djimsiti, entrambi per squalifica. In difesa, quindi, accanto a Toloi e Caldara, ci sarà uno tra Sutalo e Palomino. In avanti, invece, confermati Gomez e Zapata. L’ultima piazza se la contendono Malinovskyi, Pasalic e Muriel.

Lazio con Immobile-Correa. Di Francesco lancia Godin?

La prima della Lazio (che mercoledì recupererà la sfida con l’Atalanta) sarà, alle 18, alla Sardegna Arena, contro il Cagliari dell’ex Roma, Di Francesco. I ragazzi di Inzaghi, imbattuti da 12 gare contro i sardi, sono pronti a ripartire al meglio.

E lo faranno con la coppia ImmobileCorrea. Soprattutto il centravanti campano è pronto a ripartire a suon di gol dopo aver vinto la Scarpa d’Oro (terzo italiano dopo Totti e Toni, ndr) nella passata stagione. Nessun dubbio anche a centrocampo, mentre ci sono alcuni problemi in difesa.

Infatti Luiz Felipe è fuori, Vavro difficilmente sarà convocato mentre Patric è da valutare, a causa di alcuni fastidi. Con Acerbi e Radu potrebbe quindi toccare al giovane Armini. Inzaghi dovrebbe addirittura convocare Wallace, per la sfida in terra sarda.

Diego Godin, il grande colpo di mercato del Cagliari, arrivato pochi giorni fa dall’Inter, è pronto a fare il suo esordio. Deciderà il giocatore visto che ha solo un allenamento con i nuovi compagni. A centrocampo, invece, occhio alla conferma di Caligara ma molto dipenderà da Nandez. Davanti scalpita Sottil, che potrebbe accompagnare Simeone e Joao Pedro nel terzetto d’attacco.

Inter al debutto, esordio per Kolarov ed Hakimi

Anche l’Inter di Conte, dopo aver rinviato la sfida d’esordio con il Benevento, si prepara a debuttare. A San Siro, davanti ai (fortunati) 1.000 spettatori (che potranno assistere nel rispetto delle norme anti-covid) arriva la Fiorentina.

Pronto il 3-4-1-2 con LukakuLautaro in attacco ed Eriksen schierato nel ruolo di trequartista. Verso l’esclusione dal primo minuto l’ultimo acquisto, dal Barcellona, Arturo Vidal, mentre esordiranno l’ex giallorosso Kolarov e il forte terzino marocchino Hakimi, arrivato dal Dortmund.

Dubbio sulla corsia sinistra tra Perisic e Young, con il primo leggermente favorito. A metà campo Barella con uno tra Brozovic e Gagliardini, in difesa toccherà a Bastoni sostituire lo squalificato de Vrij.

In casa Fiorentina, invece, poche novità per Iachini in vista della sfida di Milano. L’unica potrebbe essere rappresentata da Amrabat al posto di Bonaventura, titolare contro il Torino. Per il resto tutto confermato, davanti Ribery e Kouame, con Chiesa pronto a scatenarsi sulla corsia di destra.

Speak Your Mind

*