Alle 15 la Juve. Pomeriggio con Roma-Fiorentina, in serata il derby della Lanterna

Juventus in campo alle 15 contro il Benevento

La Juventus apre la 31^ di Serie A a Benevento

La 31^ giornata di Serie A parte oggi alle 15 con BeneventoJuventus. I ragazzi di Allegri, dopo il ko per 3 a 0 con il Real in Champions, si tuffano nel campionato per proseguire la strada che conduce al settimo tricolore consecutivo. Alle 18, poi, spazio alla Roma (anch’essa sconfitta, dal Barcellona per 4 a 1), contro la Fiorentina, e alla Spal che riceve l’Atalanta. In serata il derby della Lanterna tra Samp e Genoa.

Problemi per De Zerbi, Allegri ritrova Pjanic e Benatia

Tocca, dunque, alla Juventus di Allegri, aprire le danze in questa 31^ giornata di Serie A. I bianconeri, travolti dal Real, fanno visita ad un Benevento reduce dal successo contro il Verona (doppietta di Diabaté e Letizia, ndr) nel recupero di campionato, ma sempre ultimo a 13 punti e lontanissimo (13 lunghezze) dal quart’ultimo posto, occupato dalla Spal, in campo alle 18 contro l’Atalanta.

Problemi di formazione per De Zerbi che, contro la Juventus, dovrà fare a meno di Memushaj, Parigini e Antei (fermi ai box per infortunio) e Letizia (stoppato dal giudice sportivo per un turno), oltre a Lucioni, squalificato per la positività al Clostebol.

Due recuperi importanti, invece, per Allegri. Tornano, infatti, protagonisti Benatia, in una difesa probabilmente completata da Rugani (centrale) e De Sciglio ed Alex Sandro sugli esterni, e Pjanic, a centrocampo. Il bosniaco, assente contro i blancos, tornerà padrone della mediana bianconera, insieme a Matuidi, con Cuadrado, Dybala e Mandzukic alle spalle di Higuain.

Queste le probabili formazioni: 

Benevento (4-4-2): Puggioni; Sagna, Djimsiti, Tosca, Venuti; Brignola, Viola, Sandro, Djuricic; Diabatè, Iemmello. Allenatore: De Zerbi.
Juventus (4-2-3-1): Szczesny; De Sciglio, Rugani, Benatia, Alex Sandro; Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. Allenatore: Allegri.

Nainggolan stringe i denti, Viola senza Chiesa

Una Roma sconfitta immeritatamente (nelle proporzioni) dal Barcellona, nell’andata dei quarti di Champions, cerca una pronta reazione in campionato, contro una Fiorentina, però, in grande forma e reduce da 5 vittorie  consecutive (condite da 8 gol fatti e solo 1 subito), compresa l’ultima ottenuta contro l’Udinese nel recupero.

Nonostante qualche acciacco Nainggolan dovrebbe essere della gara. Di Francesco spera nel recupero del belga, in una mediana che dovrebbe vedere protagonista anche il francese Gonalons, in luogo di De Rossi e Strootman. In difesa, invece, Juan Jesus sarà titolare, al posto di Fazio, in coppia con Manolas.

In attacco, infine, insieme a Dzeko, in gol anche contro il Barcellona, ci saranno dall’inizio El Shaarawy e Defrel (anche se Gerson reclama un posto da titolare). Perotti, invece, non è stato nemmeno convocato in questo turnover predisposto dal tecnico giallorosso.

Pioli dovrà rinunciare a Chiesa, squalificato, e sostituito da Saponara. Il modulo sarà sempre il 4-3-2-1 con l’ex Milan ed Eysseric (o Gil Dias) alle spalle dell’unica punta, il “cholito” Simeone. In mediana, invece, ballottaggio in corso tra Dabo e Cristoforo, per un posto in compagnia di Veretout e Benassi.

Queste le probabili formazioni: 

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Strootman, Gonalons, Nainggolan; Defrel, Dzeko, El Shaarawy. Allenatore Di Francesco.
FIORENTINA (4-3-2-1): Sportiello; Milenkovic, Pezzella, Victor Hugo, Biraghi; Benassi, Cristoforo, Veretout; Saponara, Gil Dias; Simeone. Allenatore Pioli.

Quagliarella sfida Lapadula, super derby in arrivo

A chiudere il sabato di Serie A ci sarà il glorioso derby della Lanterna tra Sampdoria e Genoa. Il Grifone, con Davide Ballardini, cerca la vittoria e il riscatto dopo il ko rimediato nell’ultimo precedente, del 14 novembre, che ha visto trionfare la Doria per 2 a 0 con le reti di Ramirez e Quagliarella.

Passando alle formazioni del match, Giampaolo recupera Barreto e Quagliarella. Il bomber napoletano tornerà, dunque, a guidare l’attacco dei blucerchiati, completato dall’ex Udinese e Napoli, Duvan Zapata. Vista l’indisponibilità di Ricky Alvarez c’è Ramirez come trequartista mentre in mezzo rientra dalla squalifica Torreira e in difesa Silvestre.

Per rompere il tabù derby, Ballardini (che nella sua gestione ha raccimolato 18 punti in 28 gare), si affida ad un Lapadula ritrovato dopo il gol alla Spal. Sarà lui in attacco (Galabinov parte dalla panchina) insieme ad uno tra Pandev e Medeiros. Non ci sarà invece Rosi, quindi spazio sulla destra a Lazovic mentre a centrocampo si rivede l’ex rossonero Bertolacci.

LE PROBABILI FORMAZIONI

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Murru; Linetty, Torreira, Praet; Ramirez; Quagliarella, Zapata. Allenatore Giampaolo.

GENOA (3-5-2): Perin; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Lazovic, Hjliemark, Rigoni, Bertolacci, Laxalt; Pandev, Lapadula. Allenatore Ballardini.

Speak Your Mind

*