Zeman riparte con una manita al Genoa. Bene Napoli e Roma, il Milan soffre ma piega la Fiorentina

Zeman riparte con la manita al GenoaLo Zeman bis, in Serie A, sulla panchina del Pescara, è ripartito con un clamoroso 5 a 0 al Genoa. Manita degli abruzzesi al Grifone e prima vittoria, sul campo (l’unico successo era arrivato a tavolino contro il Sassuolo, ndr), per la squadra dell’Adriatico. Successi importanti per Napoli, a Verona contro il Chievo, e Roma, in casa contro il Toro, vince anche il Milan, nel posticipo, contro la Fiorentina.
Autogol di Orban, doppietta di Caprari e reti Benali e Cerri, quest’ultimo arrivato in prestito dalla Juve e al suo primo centro in Serie A. Il Pescara ritrova il maestro boemo, Zdenek Zeman, da soli tre giorni, e si scatena infliggendo una dura sconfitta al Genoa di Juric, sempre più a rischio esonero. Non servirà, protabilmente, per raggiungere l’agognata salvezza, ma sicuramente va rimarcata la grande prova del Pescara che conquista il primo successo sul campo, mantenendo anche la porta immacolata.
Vincono e convincono anche Napoli e Roma, con il botta e risposta in zona Champions. Gli azzurri passano con un perentorio 3 a 1 al Bentegodi contro il Chievo di Maran, i giallorossi travolgono 4 a 1 il Torino di Mihajlovic, all’Olimpico.
Un altro gioiello di Insigne, l’uomo più in forma del momento in casa Napoli, inaugura la festa, in terra veronese, della squadra di Sarri, che prosegue poi con le firme di capitan Hamsik e di Zielinski. Di Meggiorini il punto della bandiera scaligera.
Grande, ancora una volta, la prova della Roma di Spalletti che, dopo i 4 gol rifilati al Villarreal, ne rifila altri 4 al Toro di Mijalovic. Protagonista sempre lui, Edin Dzeko, autore del rasoterra vincente dell’1 a 0 capitolino, poi sono Salah, con una sassata imprendibile per Hart, Paredes, con una conclusione di prima intenzione, fantastica, e infine Nainggolan, strepitoso come sempre, nel recupero, a sancire un’altra vittoria importante per i giallorossi.
Chiudiamo con il posticipo di Serie A, che ha visto il Milan vincere, a fatica, contro la Fiorentina, per 2 a 1. Botta e risposta tra Kucka e Kalinic, poi a sbrogliare la matassa, a favore del team di Montella, ci pensa lo spagnolo Deulofeu, che festeggia così il suo primo gol con i rossoneri. La Viola prova a recuperare lo svantaggio, nella ripresa, in tutti i modi, ma al fischio finale deve arrendersi all’ennesima sconfitta.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

16total visits,1visits today

Speak Your Mind

*