(video) Mondiali 2010: Inghilterra-Algeria 0-0. Capello va in bianco, amaro 64° compleanno

Il 64° compleanno non riserva a Fabio Capello il regalo sperato. L’Inghilterra esce dal Green Point Stadium con un solo punticino dal match con l’Algeria (secondo pareggio dopo quello con gli Usa all’esordio) ma soprattutto con tanti problemi da risolvere, e in fretta. Il principale…di non essere ancora una squadra con la S maiuscola. E contro la Slovenia sarà assolutamente indispensabile trovare i tre punti, per evitare guai maggiori.
Sotto tono la prestazione della corazzata guidata dal tecnico di Pieris. Deludente in avanti, con Heskey mobile ma fumoso e particolarmente sgraziato, Rooney irriconoscibile e sostanzialmente avulso dal gioco britannico per molta parte dell’incontro. Deludente a centrocampo, dove a parte qualche spunto di Gerrard e ad una conclusione di Lampard, si è visto davvero poco gioco, poca voglia di affondare e di vincere l’incontro.
L’Algeria, sconfitta dalla Slovenia nella prima esibizione, guadagna il primo punto, prestigioso, ai Mondiali (non so quanto servirà alla squadra africana) grazie ad una gara accorta, caratterizzata da grande concentrazione in difesa e dalla mobilità che contraddistingue le squadre africane. Bene Ziani, uno dei più positivi nell’undici di Saadane, insieme a Yebda, bene anche M’Bolhi preferito dal tecnico a Chaouchi, “colpevole” nell’occasione del gol vittoria sloveno, qualche giorno fa.
Solamente in un paio di volte, i bianchi di Capello (che ha presentato in porta il 40enne James al posto di Green, bocciato dunque dopo la papera all’esordio) si sono resi veramente pericolosi ed è tutto in queste cifre il perchè di una prestazione imbarazzante.
Nel primo tempo, con una conclusione di Lampard, inseritosi bene in area di rigore, sulla quale è stato bravo in presa bassa il portiere algerino, e nella ripresa, quando Halliche, con un intervento difensivo provvidenziale, ha salvato su Rooney, pronto a battere a rete.
Tutto qui questo match, povero di emozioni, e che ha offerto, per la seconda volta, una squadra, quella inglese, che ha assoluto bisogno di darsi una svegliata, altrimenti i sogni di gloria finiranno ben presto per rimanere solo una chimera. Nell’ultima giornata, vittoria obbligatoria per Capello contro la Slovenia capolista, speranze ancora per l’Algeria, ma soprattutto per gli Stati Uniti, autori di una super rimonta nel pomeriggio, proprio contro Dedic e compagni.

INGHILTERRA-ALGERIA 0-0
INGHILTERRA (4-1-3-2): James 6; Johnson 5.5, Terry 6, Carragher 5.5, A.Cole 5; Barry 5.5 (39’st Crouch sv); Lennon 5 (18’st Wright-Phillips 5.5), Lampard 5, Gerrard 5.5; Rooney 5, Heskey 5 (29’st Defoe 6). In panchina: Green, Hart, Dawson, J.Cole, Warnock, Upson, Milner, Carrick, King. Allenatore: Capello 5.
ALGERIA (3-4-2-1): Mbolhi 6; Bougherra 6.5, Belhadj 6.5, Yahia 6.5; Kadir 6, Yebda 6.5 (43’st Mesbah sv), Lacen 5.5, Halliche 6.5; Boudebouz 5.5 (29’st Abdoun 6), Ziani 7 (35’st Guedioura sv); Matmour 6. A disp.: Gaouaoui, Chaouchi, Mansouri, Saifi, Djebbour, Bellaid, Laifaqui, Medjani. Allenatore: Saadane 6.5.
ARBITRO: Irmatov (Uzbekistan) 6.


    (l’occasione fallita da Lampard)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

35total visits,1visits today

Speak Your Mind

*