(video) Mondiali 2010: Honduras-Cile 0-1. Maravilla Sanchez, ma decide il fianco di Beausejour

A 48 anni di distanza (1-0 alla Jugoslavia nella finale di consolazione) il Cile torna a vincere una partita mondiale e lo fa battendo con pieno merito un Honduras apparso veramente poca cosa.
Fin dall’avvio sono i cileni a far valere le maggiori doti tecniche, decisamente notevoli in diversi elementi. Uno su tutti “El Nino MaravillaAlexis Sanchez, attaccante classe ’88 dell’Udinese, che ha imperversato sulla fascia destra mettendo in grave difficoltà la difesa hunduregna. A rendersi maggiormente pericoloso in avvio è però il fluidificante Vidal, ottimo anche lui, che prima impegna severamente Valladares con un gran destro dalla distanza, poi al 19’ incorna alto sugli sviluppi di un angolo.
L’Honduras, orfano del genoano David SuazoLeon (in panchina per problemi muscolari) nonché di Leon infortunato e tagliato alla vigilia (al suo posto convocato da Rueda il terzo fratello Palacios) prova rispondere ma il sinistro di Pavon dal limite è troppo debole.
È l’unico sussulto dei centroamericani anche perché Alvarez sulla destra, speso raddoppiato, non riesce ad innescare la sua straordinaria accelerazione. Il Cile domina ma non sfonda, anche perchè Bielsa deve rinunciare al bomber delle qualificazioni Humberto Suazo, rimpiazzato da Valdivia, finto centravanti spesso pronto a partire alle spalle di Sanchez e Beausejour. È proprio quest’ultimo al 35’ a concretizzare il dominio della “Roja”; gran palla filtrante di Sanchez per l’altro udinese Isla, cross basso per Beausejour fortunato nel rimpallo con Mendoza, la palla toccata dal difensore biancoazzurro finisce sul suo fianco e termina in rete.
Vantaggio comunque meritato per il Cile che nel finale non fa fatica a rintuzzare la reazione avversaria. Ci prova il solo Nunez da fuori, ma la sua punizione non impensierisce Bravo che devia in angolo senza patemi.
La ripresa prosegue sulla stessa falsariga. Il Cile comanda il gioco ma sciupa troppo, peccando di leziosità ed egoismo negli ultimi sedici metri. Al 17’ ottimo spunto personale di Sanchez che però angola troppo il diagonale. Due minuti più tardi sulla punizione di Fernandez, Vidal fa da sponda per Ponce che tutto solo colpisce di testa, ottima la parata di Valladares ma clamoroso l’errore del difensore centrale cileno.
L’Honduras comunque non riesce a reagire, nonostante gli innesti di Welcome e Martinez per uno spento Pavon (ex meteora di Napoli e Udinese) e così il Cile può condurre in porto i tre punti senza problemi. Buon Cile dunque nella gara inaugurale del girone di lingua spagnola, l’H che vedrà ora scendere in campo la favoritissima Spagna. ma per l’undici di Bielsa non sarà così facile contro Svizzera e Spagna. Per l’Honduras si fa forte la candidatura ad essere una di quelle squadre che lascerà il mondiale senza punti.

Il migliore: Sanchez
Il peggiore: Pavon

HONDURAS – CILE 0-1
HONDURAS (4-4-1-1): Valladares 6.5; Mendoza 5.5, Chavez 6, Figueroa 6, Izaguirre 5; Alvarez 5.5, Guevara 5.5 (21’st Thomas 5), W. Palacios 6; Espinoza 5; Nunez 5.5 (33’st Martinez sv); Pavon 5 (15’st Welcome 5.5). All.: Rueda 5.5.
CILE (3-3-1-3): Bravo 6; Ponce 6, Medel 6, Villar 6 (7’st Jara 6); Isla 7, Carmona 6, Vidal 7 (36’st Contreras sv); Fernadez 6.5; Sanchez 7.5, Valdivia 6.5 (42’st M.Gonzalez sv), Beausejour 6.5. All.: Bielsa 6.5.
ARBITRO: Maillet (Sey) 6.5.
MARCATORE: 35’pt Beausejour (C).


    (video goal)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

15total visits,1visits today

Speak Your Mind

*