(video) Mondiali 2010: Corea del Sud-Grecia 2-0. Rehhagel al tappeto, il primo sorriso lo firma Park Ji Sung

Parte alla grande la Corea del Sud che al Mandela Bay di Port Elizabeth desta una grande impressione al contrario della Grecia, inguardabile per tutto l’arco dei novanta minuti.
Si parte con alcune sorprese; Rehhagel senza il genoano Sokratis infortunato, sceglie Vyntra lasciando in panchina il difensore del Liverpool Kyrgiakos (scelta che si rivelerà disastrosa). Sul fronte asiatico, Huh opta per il giovane Jung-Sung in porta, lasciando fuori il veterano Lee Woon-Jae.
L’avvio dei greci sembra promettente con Torosidis che sugli sviluppi di un angolo di Karagounis sfiora il palo. Ma ben presto è la Corea a prendere in mano le redini del gioco. Gli ellenici soffrono il pressing costante e il gioco veloce dei coreani che al 7’ passano in vantaggio con il centrale difensivo Lee Yung-Soo, bravo a sfruttare la dormita generale della difesa avversaria per trafiggere Tzorvas da due passi.
Gli asiatici dominano affondando i colpi sulle fasce, soprattutto con Cha Du-Ri a destra, mentre l’ottimo attaccante del Monaco Park Chu-Young è una vera spina nel fianco per i greci, graziati dal direttore di gara quando Yeom Ki-Hun viene affossato in area da Torosidis (comunque il più positivo tra i greci). Il neozelandese Hester lascia proseguire.
Alla mezzora grande occasione per la Corea quando Park Ji-Sung, sempre nel vivo del gioco, pesca in profondità b, bravo Tzvorvas a deviare di piede in angolo.
Si va al riposo e Rehhagel prova a cambiare qualcosa inserendo Patsatzoglou per Karagounis, lasciando però Charisteas e Samaras, due prime punte, a soffrire sulle fasce nell’innocuo tridente ellenico. Il cambio non porta vivacità per i greci che anzi all’8’ si suicidano quando Vyntra si fa soffiare il pallone sulla trequarti da Park, ottima la fuga dell’esterno del Manchester United che batte Tzorvas in uscita.
Due a zero e partita praticamente chiusa perché la Corea la gestisce senza problemi mostrando oltre a doti di velocità e aggressività, anche un discreto palleggio e possesso palla. Rehhagel prova ad inserire Kapetanos e Salpingidis ma cambia poco anche se nel finale gli ellenici ci mettono quantomeno il cuore.
La Corea del resto allenta il ritmo e Kapetanos prima e Gekas poi provano a riaprirla. Sul sinistro dell’attaccante dell’Eintracht però, è bravo Jung a deviare in angolo. Niente da fare per la Grecia, il primo gol in un mondiale non arriva e nei minuti finali è anzi Tszorvas a salvare la propria porta su Lee Chung. Finisce con i coreani in festa, lanciati da questi tre punti che potrebbero risultare importanti in chiave qualificazione. Per la Grecia le prossime partite saranno già da ultima spiaggia.

COREA DEL SUD – GRECIA 2-0
COREA DEL SUD (4-4-2): Jung-Sung Ryong 6.5; Cha Du-Ri 7, Cho Yong-Hyung 6, Lee Yung-Soo 6.5, Lee Yong-Pyo 6; Lee Chung-Yong 6.5, Ki Sung-Yong 7 (29’st Kim Nam Il sv), Kim Yung-Woo 6.5, Park Ji-Sung 7; Park Chu-Young 7, Yeom Ki-Hun 6. All.: J. Huh 7.
GRECIA (4-3-3): Tzorvas 6.5; Seitaridis 5, Vyntra 4, Papadopoulos 5.5, Torosidis 6.5; Karagunis 5.5, Tziolis 5, Katsuranis 4.5; Charisteas 4.5, Gekas 6, Samaras 5. All.: Rehhagel 5.
ARBITRO: Hester (Nzl) 5.5.
MARCATORI: 7’pt Lee Yung-Soo, 8’st Park Ji-Sung (C).

Il migliore: Park Ji-Sung
Il peggiore: Vyntra


    (1-0. Lee Yung-Soo)


    (2-0. Park Ji-Sung)

Speak Your Mind

*