(video) Mondiali 2010: Corea del Nord-Costa d’Avorio 0-3. Drogba fuori con onore, out anche gli asiatici

Niente da fare, una generosissima quanto sfortunata (tre pali colpiti) Costa D’Avorio non riesce a centrare la miracolosa impresa. Finisce “solo” 3-0 contro la cenerentola Corea del Nord ma del resto la goleada non sarebbe nemmeno servita visto lo scontatissimo 0-0 nel match tra Brasile e Portogallo.
L’ennesima squadra africana saluta la competizione, rimarrà solamente il Ghana a difendere l’onore del continente nero. Per la Corea del Nord invece, limitati i danni, rimane da ricordare solamente il positivo esordio e nulla più, per un mondiale chiuso con tre sconfitte e dodici gol incassati, ben lontani quindi dagli ottimi risultati raggiunti dalle altre due asiatiche, Giappone e Corea del Sud, entrambe agli ottavi.
Ma veniamo alla partita. L’undici guidato da capitan Drogba partiva subito con il piede sull’acceleratore, creando grossi pericoli alla solita difesa a cinque dei coreani. Nei primi minuti il diagonale di Gervinho impegnava il portiere Myong-Guk, bravo anche sulle conclusioni dalla distanza di Boka e Romaric.
Al 12’ comunque la Costa D’Avorio sbloccava con il blaugrana Yaya Toure, bravo nel piazzarla d’interno nell’angolino alla sinistra del portiere. Gli ivoriani continuavano ad attaccare e al 17’ centravano il palo con Romaric. Due minuti dopo, rischi anche per Barry con la punizione di Hong a lato di un soffio.
Al 20’ comunque arrivava il raddoppio; Drogba scaricava il destro sulla traversa, palla sulla testa di Romaric per il tap-in vincente. L’impresa a questo punto sembrava possibile, ma i continui attacchi della squadra di Eriksson non sortivano effetti anche perché la Corea non si scopriva più di tanto.
Al 38’ ancora un palo, questa volta era Gervinho a coglierlo. Col passare dei minuti la pressione ivoriana si affievoliva e nella ripresa Eriksson mandava in campo Kalou e Aruna Dindane per ridare smalto all’attacco, ma il gol arrivava solamente nel finale, proprio con Kalou, lesto nel girare in porta il cross da sinistra di Boka. Poco dopo un altro neo entrato, Doumbia, siglava anche il 4-0, ma in netto fuorigioco. Finisce qui il mondiale della Costa D’Avorio, uscita ancora una volta, come quattro anni fa, a testa ben alta in un girone veramente duro, sfavorita anche dal calendario. Chissà come sarebbe finita se avesse giocato prima con la Corea e solo alla fine lo scontro diretto con il Portogallo

COREA DEL NORD – COSTA D’AVORIO 0-3
COREA DEL NORD (5-3-1-1):
Ri Myong-Guk; Cha Jong-Hyok, Pak Chol-Jin, Ri Jun-Il, Ri Kwang-Chon, Ji Yun-Nam; Mun In-Guk (22’st Choe Kum-Chol), Ahn Young-Hak, Pak Nam-Chol; Hong Yong-Jo; Jong Tae-Se, CT.: Kim Jong-Hun.
COSTA D’AVORIO (4-3-3): Barry; Eboue, K.Toure, Zokora, Boka; Tiotè, Y.Toure, Romaric (34’st Doumbia); K.Keita (20’st Kalou), Drogba, Gervinho (20’st Dindane). CT.: Eriksson.
ARBITRO: Undiano Mallenco (Spa).
MARCATORI: 15’pt Yaya Tourè, 21’pt Romaric, 38’st Kalou (CA).

    (highlights)

Speak Your Mind

*