Van Persie al Feyenoord. L’olandese lascia il Fenerbahce e torna a casa

Van Persie torna al vecchio amore Feyenoord

Van Persie con la maglia del Feyenoord, che lo ha lanciato tra i professionisti nel 2001

Abbiamo parlato del ritorno a casa, al Boca, di Carlos Tevez, in queste ore invece è Robin Van Persie a ritrovare, dopo ben 14 anni, il suo vecchio amore, il Feyenoord. L’olandese, infatti, lascia la Turchia e il Fenerbahce (raggiunto l’accordo per la “separazione” anticipata rispetto alla scadenza fissata per la prossima estate) per il club che lo ha lanciato nel calcio che conta, nella stagione 2001-2002 (a 17 anni e 6 mesi), e dove è stato fino al 2004 prima di spiccare il volo verso l’Inghilterra.
Oggi è un grande giorno per Van Persie. Perchè a Rotterdam sarà un grande “come back” (come anticipato dai giornali olandesi Algemeen Dagblad e Voetbal International) per l’attaccante classe 1983 il quale, cresciuto nelle giovanili dell’Excelsior (dal 1996 al 2001), ha poi esordito nel calcio professionistico con i biancorossi del Feyenoord (vincendo la Coppa Uefa nella stagione 2001-2002) la cui maglia tornerà a indossare, a distanza di tanti anni di calcio giocato, dopo aver sostenuto le visite mediche di rito.
Con le visite mediche e la firma su contratto si ricomporrà, dunque, un’altra storia d’amore, dopo quella tra l’Apache e il Boca, ovvero quella tra l’ex stella di Arsenal, dove è stato ben 8 anni tra il 2004 e il 2012, e Manchester United, in cui ha militato tra il 2012 e il 2015 vincendo anche la Premier League nel 2013 e laureandosi capocannoniere principe con 26 reti (già nel 2011-2012 aveva vinto questo premio con 30 reti totali), e la “squadra del popolo”, il Feyenoord allenato da Giovanni van Bronckhorst. In bocca al lupo…anzi Veel Succes!


Speak Your Mind

*