Van der Vaart punisce l’Aston Villa. Manchester United bloccato sul pari a Sunderland

Dopo la convincente vittoria del Wigan (che sale a quota 8 lasciando gli avversari a 5) sul Wolwerhampton per 2 a 0 (reti di Gomez e Rodallega) arriva, in questo sabato di Premier League, l’importante successo del Tottenham di Redknapp, vittorioso con il risultato di 2 a 1 sull’Aston Villa. Mattatore dell’incontro l’olandese Van der Vaart (sarà pesante la sua assenza per squalifica nel prossimo match di Champions che i londinesi disputeranno, in casa, contro l’Inter), autore di una doppietta che consente agli Spurs di rimontare il vantaggio iniziale esterno di Albrighton e di conquistare i tre punti. Con la vittoria di oggi, i londinesi raggiungono momentaneamente Arsenal e Manchester United a 11 punti, al terzo posto in classifica.
La partenza, però, è tutta dei Villans che, al 16′, trovano il vantaggio. Heskey porta via la palla a Bassong e serve alla perfezione Albrighton che non fatica ad insaccare (c’è anche un tocco di Hutton che inganna il portiere brasiliano Gomes). Prima vera emozione della gara e goal dell’uno a zero per i ragazzi di Houllier.
Il Tottenham, nonostante la doccia fredda, reagisce però prontamente e, dopo aver sfiorato il pari con Pavlyuchenko, il quale si divora una ghiotta occasione a non più di due metri dalla porta, lo realizza allo scadere della prima frazione. Cross di Hutton, sponda aerea di Crouch e correzione vincente sottoporta di Van der Vaart. Un’azione da applausi, che premia giustamente il forcing degli Spurs.
Nella ripresa, particolarmente emozionante, botta e risposta iniziale tra le due formazioni, tra il 52′ e il 68′. Nella prima circostanza, Crouch fa ancora la sponda per Van Der Vaart il quale, disturbato da Petrov, fallisce una buona occasione. Poi è l’Aston Villa a “mangiarsi” un gol fatto. Gomes esce a vuoto sul cross di Young, ma nè Albrighton, nè Carew riescono a toccare la palla quel tanto che basta per spingerla in fondo al sacco.
Al 75′, però, il Tottenham passa e lo fa ancora con il suo uomo migliore. Sul cross delicato di Lennon, “aggiustato” ancora dal gigante Crouch (non un fulmine di guerra ma fondamentale al centro dell’attacco), arriva la zampata felina di Van der Vaart che sigla il punto della vittoria. Al 90′ standing ovation per l’olandese ex Real, esce sostituito da Sandro. L’olandese si merita la palma di migliore in campo.
Per quanto riguarda le altre gare, deludente pari, per 0 a 0, del Manchester United in casa del Sunderland. I ragazzi di Ferguson giocano una gara abulica e soffrono la verve dei “black cats“, autori ancora una volta di una prova eccellente (sarà un avversario difficile per tutti quest’anno). Anzi, nel primo tempo sono loro a sfiorare il goal più volte e a chiudere la prima frazione con un risultato che non li premia per niente: dapprima Van der Sar è miracoloso su Malbranque, poi Zenden, sfortunatamente, colpisce il palo al 37′ dopo un destro del francese, respinto da Vidic.
Anche nella ripresa, i Red Devils non accelerano e continuano sulla falsariga dei primi 45 minuti ma il primo tiro, che vede protagonista Nani, arriva solamente al 77′. Mignolet è attento e smanaccia la palla con sicurezza. Tutto qui il Manchester che manca l’occasione dell’aggancio al Chelsea e, con questo punticino, diminuisce il distacco a due punti in attesa di vedere cosa combineranno i Blues impegnati domani alle 17 in casa contro l’Arsenal.
Ecco i risultati delle gare che si sono disputate oggi in Premier League:
Wigan-Wolwerhampton 2-0
Gómez 65’, Rodallega 85’ (W)
West Ham – Fulham 1-1
33′ Dempsey (F), 51′ Piquionne (WH)
West Bromwich – Bolton 1-1
64′ Elmander (B), 78′ Morrison (WB)
Tottenham – Aston Villa 2-1
16′ Albrighton (AV), 45′, 75′ Van der Vaart (T)
Stoke City – Blackburn 1-0
48′ Walters
Birmingham-Everton 0-1
54′ aut. Johnson (E)
Sunderland – Manchester United 0-0

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

7total visits,1visits today

Speak Your Mind

*