Una Moçambola ‘musulmana’

Liga Muçulmana campione del MozambicoLa Liga Muçulmana vince, con due giornate di anticipo, il campionato mozambicano, detronizzando il Maxaquene. Nell’ultima tornata i ragazzi del coach portoghese Litos Carvalha, sono andati ad espugnare il campo del già retrocesso Matchedje Nampula con il gol dell’attaccante Apson David Manjante, detto Sonito, dopo 10 minuti di gioco.
E’ questo il terzo titolo negli ultimi 4 anni per il club di Maputo, dopo quelli del 2010 e 2011.
Certo ancora inarrivabili il Costa do Sol e il Ferroviario de Maputo con i loro nove campionati vinti, il ricco club della capitale pian piano si avvicina al Grupo Desportivo (6 vittorie) e al Maxaquene (5), diventando la quinta squadra più titolata del Mozambico.
24 partite, 15 vittorie, 41 gol fatti (18 di Sonito) e 14 subìti questi i numeri che valgono, oltre al trofeo, anche il diritto di partecipare alla prossima Champions League africana.
Il momento in Mozambico è molto difficile per la crisi politico-militare imperante nel Paese; atleti, allenatore e dirigenti hanno espresso il loro profondo dispiacere per i disordini auspicando un rapido ritorno alla pace. La vittoria ha perciò avuto un sapore agro-dolce ed i festeggiamenti, in forma ridotta, si sono limitati all’interno dello stadio.
Oltre all’annunciata partenza del laterale sinistro Almiro Lobo al Bravos de Maquis (team che milita nel campionato angolano), i tifosi hanno dovuto incassare la notizia che Litos, per questioni familiari, non sará più alla guida dei neo-campioni nella prossima stagione. Il 46enne tecnico ha deciso di ritornare in Portogallo dopo aver vinto in un anno e mezzo, con la Liga Muçulmana, tre competizioni: Coppa del Mozambico la scorsa stagione, Supercoppa e campionato quest’anno. (Max D’Amato)

Speak Your Mind

*