Trofeo Tim: Juve e Milan ko, Inter vincente al San Nicola

L’Inter di Benitez si aggiudica la decima edizione del Trofeo Tim e sesta nella storia della formazione milanese. Al “San Nicola” di Bari, i nerazzurri dapprima piegano la Juventus con una gemma di Sneijder, fuoriclasse olandese in corsa con Iniesta per la vittoria del Pallone d’Oro, poi la spuntano nel derby con il Milan ai calci di rigori.
I tre minitempi da 45 minuti hanno fornito questo responso. Inter brillante, sia con i primi undici che con le “riserve”. Sneijder ha mostrato la solita classe, coronando un’ottima prestazione con un gioiello di rara bellezza e la palma di miglior giocatore del torneo.
Milan in crescita con un Ronaldinho protagonista di una discreta prova nel primo match, contro la Juventus, e di un gol d’autore, insieme al giovane nigeriano Oduamedi, velocissimo ma ancora molto acerbo e poco incisivo in attacco. Buono il rientro di Pirlo, che sembra aver superato alla grande i problemi fisici avuti prima del Mondiale.
Juventus, invece, bella solo a sprazzi ma ancora a corto di fiato e con un Amauri troppo impreciso in fase offensiva (nella prima fase del torneo). Bene invece l’ex giallorosso Motta, sempre propositivo sulla fascia destra, insieme al nazionale Pepe, e il brasiliano Diego che realizza un bel goal e si esalta insieme al pubblico di fede bianconera. Gli ultimi sorrisi prima dell’addio?
La vittoria è andata, dunque, all’Inter che, dopo aver superato la Juventus con la perla balistica dell’orange  Sneijder, ha avuto la meglio nel derby milanese ma solamente ai calci di rigore. Nell’ultimo match, squadre in campo con molti giovani, e formazioni troppo poco credibili in rapporto a quelle che si vedranno tra qualche settimana, ma è stata sfida vera, vinta alla lotteria finale dai nerazzurri.
Ai rossoneri non è bastato “Super” Pippo Inzaghi, spumeggiante, il quale ha colpito una traversa e fatto paura a Castellazzi con un’altra stoccata al volo di sinistro. Bravo, però, anche il collega milanista Abbiati, decisivo in una circostanza su Mancini.
Si è arrivati così all’epilogo dal dischetto. Gli errori dagli undici metri di Flamini, Mancini, Inzaghi, Stankovic e Ronaldinho non cambiano la sostanza: Trofeo Tim all’Inter, un gradino sopra la concorrenza a poco più di due settimane dall’inizio del campionato.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*