Tris Juve al Chievo. Entra Dybala e la Signora sorride

Dybala super, Juve senza problemi contro il ChievoTerza vittoria su tre gare, in Serie A, per la Juventus che, nel giorno del 6° compleanno dello Stadium, guadagna i tre punti contro il Chievo, nell’unico anticipo di giornata (Samp-Roma è stata rinviata per il maltempo), grazie allo starordinario talento di Dybala, entrato a gara in corso. L’argentino costruisce il raddoppio di Higuain, dopo l’autogol di Hetemaj che aveva dato il vantaggio ai bianconeri nella prima frazione, e poi firma il 3 a 0 finale che chiude definitivamente i giochi.
Il diluvio, abbattutosi su Torino, non ferma la Juventus che, in attesa della supersfida del Camp Nou con il Barcellona, archivia la pratica Chievo con un perentorio 3 a 0. Pur non convincendo sul piano del gioco, e con un Higuain a segno ma ancora non al top della forma, la squadra di Allegri mette in cascina altri tre punti importanti volando in solitaria a punteggio pieno.
Senza vari senatori (tra i quali Buffon, Barzagli e Chiellini) e con tanti talenti a riposo (Dybala su tutti) c’è il debutto dal primo minuto per Douglas Costa, Szczesny e Matuidi. Il protagonista, però, è sempre lui, Paulo Dybala, spedito in campo da Allegri per chiudere il discorso, dopo che il Chievo si era affacciato più volte pericolosamente dalle parti del portiere polacco per tentare di rimontare il maldestro autogol di Hetemaj sulla punizione tagliata di Pjanic.
Entra Dybala, poco dopo l’inizio della ripresa, e la musica cambia, così come il volto della Juventus che torna al 4-2-3-1, mandando il Chievo al tappeto. L’argentino scambia con Pjanic e poi serve Higuain che fulmina Sorrentino per il raddoppio bianconero. Poi è sempre il giovane argentino a realizzare il tris finale su assist del neoentrato Bernardeschi: rasoterra dolce e preciso, battuto ancora Sorrentino.
Finisce 3 a 0 allo Stadium, la Juventus non molla la presa sul campionato e ora si tuffa sul discorso Champions. Martedì, nella prima giornata della fase a gironi, sfida da brividi contro il Barcellona in terra catalana.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*