Tornano le Qualificazioni a Euro 2016. Alle 18 apre la Polonia in casa della Georgia

Lewandowski guida la Polonia in GeorgiaFermi i campionati, torna lo “spezzatino” delle Qualificazioni ad Euro 2016 con le gare spalmate, come di consueto, in più giorni. Si parte questa sera, con le prime otto sfide, che riguardano i Gruppi D, F e I.
Alle 18, ad aprire le danze, sarà la sfida GeorgiaPolonia: Lewandowski e compagni sono sorprendentemente primi nel Girone D con 7 punti, a braccetto con l’Irlanda e, soprattutto, davanti alla Germania campione del Mondo (4 punti) e hanno già realizzato 11 reti in 3 partite. Dall’altra parte una Georgia che invece fatica molto, al penultimo posto a quota 3 e che arriva alla sfida odierna con alle spalle due sconfitte.
In serata, poi, sempre per lo stesso raggruppamento, vittoria facile facile in arrivo in casa Germania. Muller e compagni si troveranno di fronte, infatti, la cenerentola del girone, Gibilterra, ultima con 0 punti e 0 reti fatti a fronte delle 17 subite. L’Irlanda del Nord, infine, se la dovrà vedere con la Scozia, ad Hampden Park: un match dall’esito incerto, con gli scozzesi che vorranno battere gli avversari per agganciarli a quota 7.
Solo un punto in tre gare per la deludente Grecia di Ranieri che, comunque, questa sera, non dovrebbe avere problemi a sbarazzarsi delle Isole Far Oer, ultime a 0 punti e con una sola rete fatte rispetto alle 6 incassate.
Obbligati a vincere gli ellenici, per poter continuare a sperare nella qualificazione, in un girone comandato dall’Irlanda del Nord, a punteggio pieno dopo tre gare, ma chiamata, stasera, alla difficile traserta in Romania, seconda a 7 punti e decisa a strappare agli avversari la testa della classifica. Infine, match equilibrato in arrivo tra Ungheria e Finlandia, appaiate al terzo posto a 4 punti.
Chiudiamo con il Gruppo I, nel quale è assolutamente in carreggiata il Portogallo per centrare la qualificazione ad Euro 2016, ma i lusitani hanno bisogno di vincere contro l’Armenia. Guai a sottovalutare gli ospiti che, nonostante l’ultimo posto a 1 punto, possono comunque creare pericoli alla nazionale di Fernando Santos.
Deludente, invece, almeno finora, il cammino della Serbia, con appena un punto conquistato. Decisiva, dunque, la sfida contro la Danimarca, di stasera. Gli scandinavi, però, sono un osso duro e occupano la prima piazza  a 4 punti dopo due gare, insieme all’Albania che, stasera, riposerà (Gruppo a 5 squadre).

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*