Torna la Top Five. Al primo posto il sinistro magico di Di Natale

Di Natale in gol contro il CataniaBentornati all’appuntamento con la Top Five dei Goals di Serie A, le cinque perle di giornata scelte per voi. Nell’ultima gara d’andata sono tante le emozioni che i calciatori si regalano e ci regalano per girare pagina e concentrarsi sul girone di ritorno con più gioia. Ecco le cinque chicche. Tenetevi forte.

5. Al quinto posto va Tommaso Rocchi che, a San Siro, davanti all’Inter, insedia e contende a Klose il ruolo di stoccatore e infila con un diagonale chirurgico Julio Cesar. Gol che varrà poco per la Lazio ma molto per lui. Glaciale.

4. Bentornato Palermo e bentornata alla sua anima, Miccoli Fabrizio, da Nardò, che si ricorda di essere un talento e riporta al Barbera un pomeriggio di calcio spettacolo, dopo che le recenti mosse di Mangia l’avevano relegato ad un teatrino un po’ insulso. Assist a Budan, assist a Mantovani e, dulcis in fundo, gol alla Roby Baggio, con dribblinga fatale al portiere ormai per terra. Ancora e fortissimamente “Romario del Salento

3. Il millenario dibattito tra scienza e fede forse una volta per tutte è stato risolto ieri da Zlatan Ibrahimovic che, al termine di NovaraMilan, fa un gol che mette d’accordo scienziati e teologi, spiritualisti e materialisti: con il malleolo fa nascere qualcosa d’incredibile; il pallone, sostenuto dalla fede nelle cose impossibili, fa il suo ingresso, felice, nella rete della porta difesa da Ujkani. E’ un gol? Più probabilmente un atto di fede a servizio della scienza del pallone. Ibradiddio

2. Si sapeva che Giaccherini fosse un bravo calciatore, già dai tempi di Cesena quando, da solo, batteva il Milan, poi scudettato. Nel progetto Juve ci sta benissimo, gioca poco ma quando gioca è una luce per gli occhi: a Bergamo segna al volo dopo aver ricevuto da Marrone. Stile da vendere.

1. Al primo posto non poteva che esserci lui, cioè colui che il gol attualmente lo scrive più e, meglio degli altri: Antonio Di Natale. In quel tiro al volo, forte e irriverente, denso e caldo al punto giusto, sinistro magico o magia di sinistro, c’è tutto il fùtebol di TotòBorgomastro del Goal

Speak Your Mind

*