Super Nainggolan, la Roma sbanca San Siro e manda ko l’Inter

Nainggolan stende l'Inter, festa RomaLe magie di Nainggolan per il successo convincente della Roma a San Siro, contro l’Inter, nel posticipo domenicale della Serie A. Il fenomenale centrocampista belga trascina i giallorossi alla vittoria che consente ai giallorossi di Spalletti di restare in scia della Juventus, a -7, e di preparare al meglio una settimana durissima (mercoledì il derby di andata di Coppa Italia, sabato il Napoli e poi giovedì prossimo il Lione in Europa League, ndr).
Festa grande per la Roma, che mette a segno la quarta vittoria consecutiva in Serie A, serata amara per l’Inter di Pioli che spreca una ghiotta occasione per inserirsi ancora di più nella lotta per l’Europa, interrompe la striscia positiva di risultati e resta sesta in classifica a 48 punti, due in meno della Lazio e tre di distacco dalla scatenata Atalanta di Gasperini, corsara sabato al San Paolo contro il Napoli.
E’ stata una gara bella, vivace, divertente, con le due squadre che si sono affrontate a viso aperto fin dall’inizio. Salah impegna subito Handanovic con un rasoterra, poi Nainggolan si mette in proprio, salta Gagliardini e con un destro fantastico manda la palla all’incrocio dei pali. Nulla da fare per Handanovic, battuto dalla (prima) prodezza del centrocampista giallorosso.
La reazione dell’Inter non tarda ad arrivare. Bell’azione di Perisic che serve Joao Mario, anticipato in extremis da Manolas al momento della stoccata che avrebbe potuto regalare il pari. L’Inter protesta per un rigore non assegnato ma è Icardi a fare fallo su Fazio, poi Szczesny è bravo sulla conclusione velenosa di Brozovic. All’intervallo, così, è 1 a 0 Roma.
Inter in forcing a inizio ripresa. Dapprima Szczesny respinge abilmente la sassata di Candreva, poi è Bruno Peres decisivo sull’iniziativa di Perisic, stoppato proprio al momento della conclusione. Momento positivo dell’Inter, gol della Roma.
Infatti, all’11’, ancora Nainggolan si rende protagonista. Come un polipo strappa la palla a Gagliardini nella propria metà campo e, dopo aver corso per 70 metri, lascia partire un missile sul quale non può nulla Handanovic, proteso vanamente in tuffo. Seconda magia del belga e raddoppio Roma.
Al 28′ ancora proteste dell’Inter per il contatto StrootmanEder (in quest’occasione era rigore perchè l’olandese non prende la palla bensì il piede dell’oriundo) sul fronte opposto Dzeko manda di testa alto sopra la traversa, così come Manolas, inseritosi con i tempi giusti in area di rigore, sugli sviluppi di piazzato.
Al 36′ l’Inter prova a riaprire la sfida. Con il suo bomber, Mauro Icardi, tornato al gol dopo l’astinenza durata un mese e mezzo. L’argentino sfrutta alla perfezione l’assist di Perisic per battere il portiere giallorosso con un tap-in vincente e rende vibrante il finale di match.
L’Inter ci crede, ma in contropiede la Roma è micidiale. Medel commette fallo ai danni di Dzeko in area e Tagliavento manda Perotti sul dischetto. L’argentino, glaciale come sempre, trasforma siglando il 3 a 1 finale. La Roma espugna San Siro e torna a -7 dalla Juve, Inter ko e sesta in classifica, in Serie A.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

9total visits,1visits today

Speak Your Mind

*