Stekelenburg a Roma, visite mediche e firma. L’olandese vola in giallorosso

Maarten Stekelenburg, numero uno dell’Olanda, e ormai ex Ajax (squadra nella quale ha militato per 14 anni), è arrivato a Roma per mettere nero su bianco e iniziare la sua nuova avventura, tra i pali della porta giallorossa. Il portierone, nato ad Haarlem nel 1982, è sbarcato nella capitale ieri sera e, questa mattina, si sottoporrà alle rituali visite mediche, dopodichè raggiungerà i compagni in ritiro, non prima naturalmente di aver siglato l’avvenuto accordo con la società del presidente Thomas Di Benedetto.
L’ “Orange“, primo olandese nella storia della Roma, è arrivato poco dopo le 22.30, insieme alla moglie Kim e al suo procuratore Robert Jansen, e ha ricevuto il tributo festante dei tifosi giallorossi, accorsi a Fiumicino per un primo abbraccio. Insieme ai tifosi, ad accogliere l’olandese c’erano l’agente italiano Fabio Parisi e il rappresentante della Roma, Salvatore Scaglia.
In attesa di firmare il contratto che lo legherà alla Roma per i prossimi anni (si parla di un’operazione da 6 milioni di euro più bonus, da versare nelle casse dell’Ajax), Maarten inizia a respirare l’aria della capitale e a calarsi nella nuova avventura. Grandi responsabilità attendono l’ex lanciere, dopo la deludente stagione, “difensivamente” parlando, vissuta dai lupacchiotti lo scorso anno:  52 reti subite, un record negativo che ha costretto la dirigenza capitolina a correre ai ripari.
Via Doni (cessione definitiva al Liverpool) e Julio Sergio (in prestito al lecce), rientrato dall’esperienza sampdoriana Curci, che sarà in panchina insieme al romeno Lobont, ecco il portierone olandese, che si presenta forte di quasi 200 partite con i Lancieri. E’ lui (voluto fortemente dal Dg Sabatini) la scelta della Roma per blindare la porta giallorossa, nei prossimi anni. Allora, in bocca al lupo Maarten.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

20total visits,1visits today

Speak Your Mind

*