Stasera Germania-Grecia. In dubbio Mario Gomez, pronto il laziale Klose

Dopo aver conosciuto ieri sera la prima semifinalista di Euro 2012, ovvero il Portogallo di Paulo Bento, giustiziere della Repubblica Ceca, stasera spazio a Germania e Grecia, dal cui incrocio uscirà il nome della seconda compagine che farà il proprio ingresso tra le prime quattro d’Europa.
Tocca, dunque, alla super favorita Germania di Loew, candidata alla vittoria finale del torneo di Polonia ed Ucraina. I tedeschi, insieme alla Spagna campione in carica, sono senza dubbio i maggiori pretendenti al titolo europeo e, nella strada che porta a Kiev, c’è da superare la combattiva e sorprendente Grecia, avversario comunque abbordabile per i “panzer”.
Proprio i ragazzi di Santos, giunti nei quarti dopo una vera e propria impresa, ovvero quella di sbattere fuori la favorita Russia (grazie al gol di Karagounis che questa sera non ci sarà per squalifica, ndr) daranno l’anima (e ancor di più) per contendere il pass alla più quotata nazionale di Loew. Nonostante le difficoltà economiche del loro paese, l’atteggiamento della squadra allenata da Santos è assolutamente encomiabile e per anche stasera i greci – siamo certi – non si risparmieranno contro il gigante teutonico.
Grande carattere, grande orgoglio quello mostrato dal team ellenico, ma l’avversario odierno è rappresentato da una nazionale altrettanto decisa e determinata, spesso e volentieri cinica, e con una rosa qualitativamente superiore a quella bianco celeste. Una Germania decisa a far suo questo “derby dello spread” (come è stato ribattezzato per questioni di carattere economico, ndr), questo testa-coda dell’Euro zona e a conquistare l’accesso per la semifinale dove troverebbe la vincente di Italia-Inghilterra.
Passando alle formazioni, Loew arriva al match con un grande dubbio: è infatti in forse la presenza di Mario Gomez. Se il bomber del Bayern non dovesse recuperare dal leggero problema muscolare di questi giorni, sarebbe sostituito da Miroslav Klose, supportato in avanti da Muller, Ozil e Podolski, mentre un’arroccata Grecia dovrebbe affidarsi ancora una volta all’attaccante del Celtic, Samaras, ancora a secco, con Gekas e Salpingidis pronti a scatenarsi in contropiede mentre pesa molto, sia per carisma che per la sua capacità d’inserimento in zona gol (vedi la rete decisiva contro la Russia) l’assenza di Karagounis, squalificato per questo match.

Le probabili formazioni:
GERMANIA (4-2-3-1): Neuer; Boateng, Hummels, Badstuber, Lahm; Schweinsteiger, Khedira; Muller, Ozil, Podolski; Gomez (Klose). Ct: Joachim Loew.
GRECIA (4-3-3): Sifakis; Torosidis, K.Papadopoulos, Papastathopoulos, Tzavellas; Maniatis, Katsouranis, Makos; Salpingidis, Gekas, Samaras. Ct: Fernando Santos.
ARBITRO: Damir Skomina (SVN).

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*