Spareggio Chelsea-Valencia a Londra. Sfida chiave in Portogallo per lo Zenit di Spalletti

Zenite e il suo Spalletti sono attesi dal Porto in uno dei match decisivi del martedì di ChampionsDopo il successo della Lazio sul Novara (3 a 0, reti di Biava e doppietta di Rocchi), nel “Monday Night” che ha chiuso la giornata di Serie A, si torna a respirare il clima europeo, con l’ultima giornata della fase a gironi di Champions League.
Stasera tocca al Milan (già qualificato) e ai raggruppamenti dall’E all’H, domani invece quelli dall’A al D, con gli occhi puntati alla sfida tra Villareal e Napoli (azzurri matematicamente qualificati con una vittoria, senza dipendere da quello che farà il City di Mancini).
Ma preoccupiamoci delle sfide di questa sera, non possiamo che partire dalla “fumosa” Londra la quale ospiterà un vero e proprio spareggio: a Stamford Bridge, infatti, alle 20 e 45, il Chelsea di Villas Boas, secondo alle spalle del Leverkusen (a quota 9 e già qualificato in virtù degli scontri diretti) in compagnia del Valencia, si gioca tutto contro gli spagnoli.
I Blues, all’andata, al Mestalla, hanno pareggiato 1-1, risultato che consente a Drogba e compagni di proseguire la loro avventura in Champions League con la vittoria o con lo 0-0 di partenza. Al contrario, Soldado e soci sono obbligati a fare la partita e conquisterebbero la qualificazione con qualunque altro pareggio e ovviamente in caso di successo.
Nel Girone F, invece, è già scattata la festa per l’Arsenal, sicura dallo scorso turno del primo posto. Per quanto riguarda, invece, la seconda piazza utile, a giocarsela sono in tre: Olympique Marsiglia (7), Olympiacos (6) e Borussia Dortmund (4).
I greci ospitano proprio i Gunners di Wenger, mentre dall’altra parte si affrontano Borussia e Marsiglia. I tedeschi devono battere i francesi al Westfalenstadion almeno 4-0 e sperare che l’Olympiacos perda. Situazione, quindi, disperata per i gialloneri e speranze di qualificazione ridotte al lumicino.
Con una vittoria dei tedeschi e, però, un pari dei greci contro gli inglesi (già con la testa agli ottavi) si arriverebbe ad avere tutte e tre le squadre a sette punti. Classifica avulsa pari (tutte a sei negli scontri diretti), entrerebbe in gioco un complesso regolamento in base al quale il 2-0 del Borussia o una vittoria con tre o quattro gol di scarto dei tedeschi consegnerebbe gli ottavi all’Olympiacos. Il 5-0 del Borussia promuoverebbe, invece, i tedeschi, mentre il Marsiglia andrebbe avanti perdendo con uno o due gol di scarto (eccetto con lo 0-2 col quale sarebbe eliminato).
Detto del complicatissimo F, è tempo ora di affrontare il Gruppo G dove si presenta l’altra grande e decisiva sfida di questa serata europea. Nella sesta giornata di Champions, qualificazione in ballo tra Porto (7 punti) e Zenit (8) in Portogallo, mentre l’Apoel Nicosia (9), già qualificato, riceve lo Shakthar (2), fuori da tutti i giochi (anche per entrare in Europa League).
Due risultati, su tre, premiano Luciano Spalletti, mentre la formazione lusitana è obbligata a vincere contro i russi, altrimenti sarà costretta a dire addio alla Champions. Non perdetevi questo match perchè si prevedono fuochi d’artifici nell’inferno del Dragao.
Chiudiamo questa nostra analisi con il Girone H, dove invece è tutto deciso. Il Barcellona, primo matematico e con la testa al “Clasico” di sabato (convocati 11 ragazzini della squadra B), ospita il Bate Borisov in una passerella finale che non ha altro senso se non quello di divertire, con gol e spettacolo, il popolo blaugrana.
Stesso discorso per la sfida che riguarda il Milan. I rossoneri, sicuri del secondo posto nel Girone di Champions League, fanno visita al Viktoria Plzen che riuscirà, quasi sicuramente, ad aggiudicarsi la terza piazza e quindi l’ingresso in Europa League: il Bate, infatti, deve violare il Camp Nou e sperare che i cechi cadano contro il Milan. E’ possibile per voi?

Speak Your Mind

*