Spagna di nuovo sconfitta e fuori dai giochi. Il Brasile di Pato-Neymar vola ai quarti

Bengtson fa felice l'Honduras, Spagna eliminataSubito un verdetto, di quelli forti. La Spagna del calcio è fuori dai Giochi Olimpici di Londra. I ragazzi di Milla, infatti, piegati all’esordio dal Giappone, cadono anche contro l’Honduras di uno scatenato Jerry Bengtson (a tre reti dopo la doppietta rifilata al Marocco nel 2 a 2 inaugurale, ndr) e dicono addio alla manifestazione.
Sfuma così, per le Furie Rosse, il sogno di una medaglia olimpica che, nelle previsioni della vigilia, sembrava molto più reale di quanto poi accaduto nei fatti. A Newcastle ci si aspettava il riscatto della nazionale iberica che, invece, ha deluso nuovamente ed è caduta contro l’Honduras, vittioriosa grazie al gol in apertura di Bengtson e in piena corsa per la qualificazione. Nell’altra partita del Girone D, ancora una vittoria per il Giappone. I samurai mandano ko il Marocco con il punteggio di 1-0. A decidere l’incontro la rete di Kensuke Nagai al 39′.
In classifica comandano proprio i nipponici, a sorpresa, ma meritatamente, con sei punti, seconda l’Honduras a 4, poi Marocco a 1 e Spagna ultima ed eliminata a 0.
Mentre la nazionale di Milla prepara le valige per tornare a casa i padroni di casa della Gran Bretagna si avvicinano, invece, sempre di più ai quarti di finale. 3 a 1 è il risultato con il quale gli inglesi si sbarazzano degli Emirati Arabi: in rete, per l’1 a 0, un fuoriquota d’eccezione, un “ragazzino” di 39 anni che risponde al nome di Ryan Giggs. Il campione del Manchester United porta i britannici in vantaggio, ma gli arabi non ci stanno e ad inizio ripresa trovano il pari con Rashed Eisa.
Tocca poi a Sinclair al 28′ e Sturridge al 31′ regalare all’Inghilterra l’allungo decisivo che chiude sul 3 a 1 il match e permette alla nazionale dei “tre leoni” di incamerare i tre punti. In classifica dopo la sorprendente vittoria del Senegal sull’Uruguay di Cavani e Suarez per 2-0, la Gran Bretagna è ora al comando con 4 punti, insieme agli africani. Seguono Uruguay a quota 3 ed Emirati Arabi a 0 e fuori dai Giochi.
Vola, infine, il Brasile. Pato-Neymar-Oscar, questo il tridente che porta la nazionale verdeoro ai quarti e manda al tappeto la Bielorussia, la quale aveva illuso i propri tifosi con il vantaggio iniziale firmato da Renan.
Dopo la sorpresa dell’1 a 0 bielorusso arriva la reazione fulminea dei brasiliani: Il pareggio arriva quasi subito con Pato. Il vantaggio invece si materializza al 65′ grazie ad una punizione perfetta di Neymar. E sempre lui, il fuoriclasse del Santos, fa infiammare il pubblico con una spettacolare serpentina tra i difensori avversari, prima di servire un’assist di tacco meraviglioso all’accorrente Oscar, autore del 3 a 1 finale.
Ora, al Brasile basterà un punto, il 1 agosto, contro la Nuova Zelanda per la certezza matematica del primo posto, dopo aver acquisito quella della qualificazione ai quarti. Bielorussia ed Egitto giocheranno, invece, una sorta di spareggio per andare avanti nella competizione olimpica.

Questi i risultati di ieri:

Corea del Sud-Svizzera 2-1 (Park C. Y., Emeghara I., Kim B. K.)
Giappone-Marocco 1-0 (Nagai K.)
Senegal-Uruguay 2-0 (2 Konate M.)
Brasile-Bielorussia 3-1 (Renan, Pato, Neymar, Oscar)
Messico-Gabon 2-0 (2 G. Dos Santos 1 rig.)
Egitto-Nuova Zelanda 1-1 (Wood C., Salah M.)
Gran Bretagna-Emirati Arabi 3-1 (Giggs R., Al Falasi R., Sinclair S., Sturridge D.)
Spagna-Honduras 0-1 (Bengtson J.)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*