Si chiude il Gruppo A: Russia e Cekia, basta un punto, ma tutto può ancora succedere

Stasera si chiuderà, definitivamente, il Girone A di Euro 2012 e si sapranno i nomi delle prime due qualificate ai quarti di finale del torneo di Polonia ed Ucraina. Poche ore (appuntamento in contemporanea alle 20 e 45) e a Varsavia e Wroclaw la Russia (contro la Grecia) e la Polonia (versus Repubblica Ceca) daranno vita alla terza ed ultima giornata.
A stare meglio sono i ragazzi di Advocaat ma anche i cechi, guidati da Bilek. Entrambe le nazionali, avanti in classifica (russi primi a 4, cechi secondi a 3) hanno due risultati su tre disponibili, contro i rispettivi avversari, per volare al turno successivo.
I greci, molto probabilmente, nonostante debbano vincere per forza, giocheranno alla loro maniera anche contro la Russia, ovvero arroccati in difesa e pronti ad attaccare gli spazi, in avanti, con Samaras e Gekas. Agli ellenici, fermi a quota 1 (punto ottenuto all’esordio contro la Polonia, ndr) serve assolutamente il successo poichè tra infiniti calcoli i tre punti li farebbero ancora sperare in una miracolosa qualificazione.
Sfida nella sfida quella tra due tecnici stranieri su due panchine non della loro nazione: il portoghese Fernando Santos guida infatti la Grecia (tra le critiche della stampa lusitana, ndr) mentre l’olandese Advocaat guida i russi, tra i più brillanti in questa prima parte di Euro 2012.
La gara che metterà invece di fronte i padroni di casa della Polonia e la Repubblica Ceca sarà una vera e propria battaglia, nonostante come detto Rosicky e compagni potranno accontentarsi anche di un pari (in caso di successo della Russia contro i greci). E’ la Polonia a dover dare qualcosa in più e per fare questo si affiderà al suo ariete, Robert Lewandowski, campione di Germania con il Borussia Dortmund.
Occhio alla calssifica marcatori che potrebbe avere delle modifiche: in questo gruppo infatti sono presenti il talento russo Alan Dzagoev (classe 1990, inseguito dal Chelsea del confermatissimo Roberto Di Matteo) e Vaclav Pilar, autore fin qui di due gol che lo preparano bene alla sua nuova avventura nel Wolfsburg. (Luca Savarese)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*