Serie A, Posticipo: Bologna-Inter 0-0. Benitez stecca la prima, buon punto per i rossoblu

Solo un punticino per l’Inter campione d’Italia nell’esordio di campionato, disputato ieri sera a Bologna. Al Dall’Ara, nel posticipo della prima giornata di Serie A, l’undici di Benitez chiude sullo zero a zero contro i rossoblu di Magnani. Non arriva, dunque, la risposta dei nerazzurri al Milan di Allegri, travolgente con Pato domenica sera in casa contro il Lecce neopromosso.
Sulla falsariga della finale di Supercoppa Italiana, l’Inter si rende protagonista di un primo tempo scialbo e di una ripresa più grintosa, ma di fronte c’è un Viviano attento e reattivo (su Sneijder) e anche fortunato, come nell’occasione della traversa colpita dai nerazzurri che devono arrendersi al verdetto del campo e accontentarsi del pari.
Tanta emozione per Magnani. Il tecnico senza patentino dei rossoblu, chiamato a sostituire, momentaneamente, Franco Colomba, esonerato ancor prima dell’inizio del torneo dal presidente Porcedda, ha iniziato con timidezza ma, pian piano, è riuscito ad imbrigliare il gioco avversario. Difesa attenta e concentrata, centrocampo irrobustito dai muscoli dell’ex biancoceleste Mudingayi, attacco però poco incisivo, con Di Vaio e Gimenez ancora lontani dalla miglior condizione.
Benitez, dal canto suo, le ha provate tutte, soprattutto nella seconda parte di gara, ricorrendo anche alla freschezza atletica dell’ex gialloblu Biabany e al talento del giovane Coutinho, ma non è riuscito a trovare la vittoria all’esordio. Risultato che, per i nerazzurri, capita da cinque anni a questa parte.
Le emozioni più importanti arrivano, come detto, nella seconda parte del match. L’Inter, dopo 45 minuti svogliati, si accende, e cerca di far sua la gara. Dopo un colpo di testa di Milito, parato da Viviano, al 71′ arriva la prima grande occasione per passare in vantaggio.
Sneijder, dal limite sinistro dell’area, prova la conclusione direttamente in porta, ma il portierone rossoblu c’è e con un ottimo intervento respinge la minaccia. Due minuti dopo, invece, è la trasversale a salvare Viviano: Eto’o, servito sotto porta da Coutinho, colpisce a botta sicura, l’estremo difensore bolognese respinge come può (con la testa) e con l’aiuto della traversa mantiene immacolata la porta.
All’81’ Benitez prova la carta Biabany, ma è sempre Sneijder a rendersi pericoloso: Viviano respinge il bolide del fuoriclasse olandese, poi poi blocca su Cambiasso avventatosi sulla sfera. Addirittura sei i minuti di recupero, ma non accade più nulla. Pari senza grandi acuti per l’Inter, partenza positiva per i rossoblu e per lo sconosciuto Magnani, che si regala la soddisfazione di aver fermato la principale candidata alla vittoria finale della Serie A.

BOLOGNA-INTER 0-0
BOLOGNA (4-4-2):
Viviano, Esposito, Portanova, Britos, Rubin; Casarini, Mudingayi, Ekdal (61′ Della Rocca), Garics (89′ Siligardi); Gimenez (67′ Meggiorini), Di Vaio. All. Magnani.
INTER (4-2-3-1): Julio Cesar; Zanetti, Lucio, Samuel, Chivu; Mariga, Cambiasso; Pandev (60′ Coutinho), Sneijder, Eto’o; Milito (81′ Biabiany). All. Benitez.
ARBITRO: Valeri di Roma.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*