Serie A: Mercato Juve quasi completo, le altre ferme al palo

Juve già a segno sul mercatoE’ tempo di bilanci in Serie A, ma è tempo soprattutto per le nobili decadute di riprendere a programmare un futuro migliore magari con l’obiettivo di ritornare a lottare per contrastare il dominio della Juventus targata Andrea Agnelli che da ormai quattro anni si fregia del titolo di Campione d’Italia. Alla base dei successi bianconeri c’è un progetto serio e lungimiranza che ancora per molto tempo porteranno la Vecchia Signora a dominare nel torneo nazionale e soprattutto a lottare per la conquista della Champions League, proprio come capitato circa una settimana fa a Berlino. La Juventus sarà ancora il pole position per la vittoria dello scudetto anche il prossimo anno, su questo ci sono ben pochi dubbi. Il bookmaker Paddy Power scommesse calcio, così come tutti i maggiori siti di quote che operano in Italia, avranno pochi dubbi in merito, almeno ad inizio stagione. Ad incidere sulle quote riservate alle dirette concorrenti dei bianconeri per la vittoria finale saranno di sicuro i colpi di mercato che riusciranno a mettere a segno nella finestra estiva.
La dirigenza bianconera, come abbiamo già detto, ha creato un progetto che porterà il club a dominare ancora per tanti anni in Italia. Basta dare un’occhiata al mercato con già quattro operazioni concluse che porteranno valore alla rosa oltre che esperienza. Quattro acquisti sono praticamente già arrivati a Vinovo. In porta a fare da secondo a Buffon arriva a parametro zero l’ex portiere della Fiorentina Neto. A rimpolpare il reparto difensivo rientra alla base, dopo aver risolto la comproprietà con l’Empoli a gennaio, il giovane Rugani che si è ben comportato in Toscana alla sua prima annata in massima serie. A centrocampo praticamente concluso l’ingaggio del campione del mondo in carica Sami Khedira che arriva anch’esso a parametro zero dopo l’esperienza quinquennale al Real Madrid. In attacco è già noto da diversi giorni l’aquisto dell’argentino Paulo Dybala dal Palermo per la cifra record di 32 milioni di euro. A parte Khedira, che porterà alla Juventus la sua grande esperienza, la società ha deciso di investire sui migliori giovani della Serie A. A questi potrebbero aggiungersi anche i due pezzi pregiati Zaza e Berardi, ma in questo caso il DG Marotta dovrà parlare con il presidente Squinzi per trovare un punto d’incontro.
Gli appassionati di calcio italiano sperano, ovviamente, di assistere per la prossima stagione ad un campionato più combattuto che possa vedere assegnato il titolo soltanto all’ultima giornata. Per fare ciò è necessario, però, che Roma, Lazio, Milan e Inter si attrezzino per compiere quell’opera di disturbo che garantirebbe maggiore interesse per un campionato che si prospetta ancora una volta a senso unico. Non sarà semplice perché per essere competitivi bisogna investire e non poco. Roma e Lazio potranno godere degli introiti derivanti dalla qualificazione alla Champions League, mentre per le due milanesi la situazione è alquanto complessa in quanto sono entrambe fuori dall’Europa e dunque con poca liquidità da investire. Roberto Mancini, allenatore dell’Inter, ha dichiarato all’ultima di campionato di aver bisogno di 8-9 giocatori per avere una rosa competitiva. Si tratta di un numero piuttosto alto e questo presuppone che in diversi dovranno partire dalla Pinetina. Un punto di partenza importante per il futuro nerazzurro resta il prolungamento del contratto del bomber Icardi e quello in via di ufficializzazione di Handanovic. Un grosso punto interrogativo resta sulla testa di Kovacic che non si è mai inserito alla perfezione negli schemi dell’allenatore e per cui una sua permanenza non è poi così scontata, soprattutto se si presentasse qualche club europeo pronto a mettere sul piatto 20-25 milioni di euro. In casa Milan dopo il no di Ancelotti come successore di Inzaghi, Berlusconi ha deciso di puntare tutto su Sinisa Mihajlovic. Scelta in controtendenza rispetto al passato visto che l’ex sampdoria non ha alcun legame con il mondo rossonero. Si tratta comunque di un allenatore che se seguito dai suoi giocatori può davvero riportare il Milan a livelli più consoni al blasone della società. Possibili colpi di Berlusconi con l’aiuto di Mister Bee che sta per concludere l’acquisto del 48% della società? L’amministratore delegato Galliani sembra sia in Portogallo per discutere l’acquisto dei Jackson Martinez e Brahimi. Ci vorrà una marea di denaro per convincere il club portoghese a cedere i due assi. Fino al termine del calciomercato sentiremo parlare di tante indiscrezioni di mercato, ma saranno ben poche quelle che effettivamente verranno portate a compimento.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*